Tempio del Brunello

Opera Laboratori Fiorentini

CLIENTE
  • Opera Laboratori Fiorentini
I NOSTRI SERVIZI
  • Allestimento / Multimedia set-up
  • Exhibition Design
  • Interaction Design
  • Interactive Installations
  • App Design
  • Video Production
  • Content Production

Il percorso immersivo ed emozionale alla scoperta di uno dei vini rossi più famosi del mondo

Un unico filo narrativo unisce gli ambienti del Tempio del Brunello all’interno dell’ex convento di Sant’Agostino a Montalcino.
Un crescendo concettuale ed emozionale accompagna il visitatore alla scoperta delle peculiarità di uno dei vini rossi più famosi del mondo e del territorio in cui nasce, del lavoro e della passione che contraddistinguono i protagonisti della sua storia.

Il Tempio del Brunello si propone di far conoscere in maniera articolata e profonda Montalcino attraverso un’esperienza completa che dal Brunello racconta la storia del territorio nel corso dei secoli per valorizzarlo al meglio.

Il percorso multimediale caratterizza gli ambienti interni del complesso e introduce, con suggestioni e memorie, agli aspetti che hanno reso il Brunello uno dei prodotti italiani di punta: legame col territorio, impegno e cura dell’uomo, processi di produzione, storie e colori.

Il Brunello si racconta al visitatore in un’esperienza immersiva e interattiva: coniugando storia e innovazione, il cammino culmina nell’incontro con il vino che dalla fine dell’Ottocento a oggi ha reso famosa Montalcino nel mondo.

interno del tempio del brunello, corridoio con monitor sul pavimento e lungo le pareti
Degustazione presso il tempio del Brunello nella parte finale del percorso presso Tempio del Brunello, il Digital Sommelier

Dalla scelta dei materiali ai suoni e gli odori che accompagnano i visitatori di sala in sala: non un allestimento tecnologico, ma un vero e proprio percorso immersivo progettato per far vivere al visitatore un climax emozionale.

Il percorso

InChiostro, il primo chiostro coperto dell’ex convento, è il punto di partenza dei vari percorsi esperienziali. Involo, in particolare, è una serie di exhibit speciali dislocati in diverse postazioni video in Realtà Virtuale che raccontano il territorio di Montalcino a 360° attraverso riprese suggestive e voli di drone a 360°, tra colline, castelli e arte.

Nei vani sotterranei a cui si accede in seguito, gli ipogei, i rumori di una cantina che evocano il lavoro di imbottigliamento accolgono il visitatore attivandosi al suo passaggio grazie a speciali sensori. Da qui, si prosegue verso le antiche scuderie del convento agostiniano dove una serie di Artwall costituiti da monitor a parete e a pavimento raccontano il territorio nelle varie declinazioni legate alla lavorazione del vino. Segue poi la sala dedicata alle Voci del Brunello, che attraverso interviste e riprese originali, rari materiali d’archivio e Computer Grafica, racconta questo prodotto unico con le parole delle personalità che ne hanno vissuto la storia.

foto di mezzo busto di una ragazza con visore all'intero del percorso museale del Tempio del Brunello, realizzato da ett, accanto varie postazioni in realtà aumentata
Donna in ombra davanti a uno schermo del Tempio del Brunello

Il secondo ambiente ipogeo chiama il visitatore a sperimentare la propria creatività: tramite postazioni con monitor touch è possibile selezionare i diversi colori che caratterizzano la “palette” di Montalcino per progettare una composizione. Una volta creata, questa può essere inviata a un Artwall a parete, unendosi alle altre in un mosaico di composizioni artistiche personali, e inviata tramite mail.

Il terzo ambiente ipogeo, attraverso la tecnica del projection mapping e un suggestivo sound design, animerà le volte dell’ambiente

L’app mobile costituisce uno strumento di guida e di approfondimento dell’esperienza di visita nella sua interezza: i tre itinerari proposti – Complesso di Sant’Agostino, Montalcino, Territorio – intendono accompagnare il visitatore alla scoperta dei luoghi e della storia che li contraddistingue. L’app è pensata per diventare uno strumento di unione tra l’esterno e l’interno, tra i territori limitrofi e il Complesso di Sant’Agostino: ogni punto di Interesse è geolocalizzato, e caratterizzato da schede testuali, audio, gallery, video o contenuti multimediali, che integrano la visita.

L’incontro con il Brunello continuerà all’esterno, in prossimità della vetrina dell’enoteca. Attraverso l’app, infatti, sarà possibile rispondere a una serie di domande relative al temperamento e alla personalità. Al termine dell’esperienza sulla vetrina si attiverà un video legato alle preferenze espresse. Al contempo l’app presenterà una serie di etichette connesse con i tratti distintivi del visitatore, in modo da guidare nella scelta del Brunello più in linea con la propria personalità.

All’interno dell’Enoteca gli scaffali permetteranno una nuova esperienza interattiva, legata all’approfondimento di quattro macro-categorie del vino. Il visitatore potrà utilizzare la propria app di visita per accedere a contenuti aggiuntivi e video che gli consentiranno di selezionare e apprezzare meglio i vini esposti.

Questi costituiscono parte integrante dell’esposizione, in quanto mostrano ai visitatori composizioni di immagini e video sempre nuovi e aggiornabili, sulla base delle tipologie di bottiglie esposte e della periodicità. Gli scaffali aumentati consentono ai visitatori di scansionare dei QR Code, sempre tramite app mobile, e fruire in autonomia di contenuti di approfondimento.

Una volta acquistata la bottiglia desiderata, delle postazioni con monitor touch consentono ai visitatori di effettuare una degustazione professionale, accompagnati da un vero e proprio sommelier “digitale”. Ogni tipologia di vino è associata a un diverso tag NFC: una volta avvicinato il tag al lettore accanto al monitor viene avviata la guida all’assaggio e alla degustazione, che attraverso un’infografica accattivante permetterà di cogliere i gesti e le ritualità che accompagnano la degustazione di un vino.

Supportiamo la tua crescita digitale