NUB New Urban Body

Fondazione Housing Sociale - Triennale di Milano

CLIENTE
  • Fondazione Housing Sociale – Triennale di Milano
I NOSTRI SERVIZI
  • Graphic Design
  • Interaction Design
  • Video Production
  • Content Production
  • Serious game / Gamification
  • Evento/Mostra temporanea
  • Evento/Mostra itinerante
  • Allestimento / Multimedia set-up
  • Digital Strategy
  • Brand identity
  • Design/Manufacturing
  • Exhibition Design

Con partenza dalla Triennale di Milano e candidata al Compasso d’Oro, NUB è la mostra itinerante che dalla Sicilia al Piemonte ha raccontato la scoperta dei diversi modi di vivere, abitare, incontrarsi

La partenza in Triennale di Milano

NUB: New Urban Body – Esperienze di generazione urbana è una mostra interattiva itinerante allestita da ETT conprima tappa la Triennale di Milano, da ottobre 2018 a gennaio 2019, prima. Il progetto di ETT ha previsto anche lo sviluppo degli apparati multimediali e degli applicativi digitali.

Durante il percorso il visitatore ha potuto intraprendere l’esperienza di creare in prima persona un progetto per la riqualificazione urbana di un quartiere e cimentarsi, esplorando diversi ambiti tematici, nell’analisi e preparazione dei diversi aspetti progettuali. In ogni tappa la mostra si è arricchita di nuovi contributi strettamente legati al contesto nel quale si trova.

L’esposizione infatti proponeva una selezione d’interventi realizzati in tutto il mondo a testimoniare l’attuale evoluzione e impatto dei modi di abitare, lavorare, incontrarsi e fruire dei servizi: un “viaggio” tra i New Urban Bodies, organismi urbani multifunzionali in grado di rispondere in modo flessibile e adattivo all’esigenze di ognuno. 

Divisa in cinque sezioni – abitare, lavorare, fare e partecipare e appartenere – la mostra è concepita come un’esperienza ludica che prevede un percorso interattivo guidato, che consente al visitatore, da un lato, di comprendere in modo diretto e divertente i temi affrontati e, dall’altro, di confrontarsi con l’ideazione di un proprio personale New Urban Body. I “giocatori” si potranno confrontare con le diverse tipologie di corpi urbani, dovranno immaginare i partner da coinvolgere, cimentarsi con la definizione del rendimento socio-economico dell’iniziativa, affrontare imprevisti e limiti, con l’obiettivo di garantire l’equilibrio sociale ed economico del proprio progetto.

spazio della mostra NUB:new urban body allestita da ETT con pannelli e lightbox

ETT ha realizzato le installazioni multimediali che disegnano l’intero percorso espositivo

Dall’applicazione di gaming Reload Your Urban Place che consente di acquisire le informazioni necessarie per impersonare il ruolo di un urban planner, alle videoproiezioni delle aree immersive (immagini di periferie di 5 città italiane arricchite dalle video interviste di potenziali abitanti); fino alle installazioni grafiche retroilluminate delle Lightbox che illustrano, per immagini, le diverse fasi della progettazione e ai monitor touch 22” che, nelle diverse sezioni tematiche della mostra, permettono di fruire di contenuti multimediali e di gallerie fotografiche delle aree e dei progetti di riqualificazione di Fondazione Housing Sociale. Ha completato il percorso l’Area co-working dove il visitatore ha potuto intrattenersi e dedicarsi ad attività di co-working e approfondimento delle tematiche della mostra.

Durante il gioco, il visitatore è invitato a creare il proprio progetto di riqualificazione urbana di un quartiere e, esplorando le diverse sezioni tematiche, può cimentarsi nell’analisi e preparazione dei diversi aspetti di un progetto. Il visitatore, inquadrando con la fotocamera del Tablet i QR Code collocati su apposita pannellistica, può operare specifiche scelte in base ai diversi aspetti da tenere in considerazione nel corso del lavoro di analisi e progettazione secondo una spinta orientata alla rigenerazione degli spazi. Le scelte compiute saranno oggetto di valutazione in termini di impatto a breve/lungo termine.

ragazza che interagisce con schermo touch all'installazione nub:New Urban Body, progetto ett
Donna osserva una lightbox realizzata per NUB: New Urban Body, percorso espositivo e multimediale realizzato da ETT

Se pensiamo ai diversi luoghi nei quali ci capita di lavorare e di produrre o se osserviamo come i tempi della famiglia vengono organizzati secondo un’articolata trama che coinvolge network di quartiere, network parentali, luoghi pubblici e privati, ci rendiamo conto che a diversi stili di vita corrisponde un diverso modo di fruizione degli spazi e di organizzazione del tempo. Gli new urban bodies rispondono a queste necessità.

Giordana FerriCuratrice

Supportiamo la tua crescita digitale