Read More

ETT, l’unica azienda italiana alla XR International Conference

TECNOLOGIA, REALTA’ AUMENTATA: ETT UNICA AZIENDA ITALIANA PRESENTE ALLA XR INTERNATIONAL CONFERENCE DI LISBONA, EVENTO DI PUNTA DEL COMPARTO A LIVELLO MONDIALE

Il progetto proposto dal Gruppo genovese, incentrato sull’Esperienza Estesa (virtuale e aumentata) alla scoperta del prestigioso Brunello di Montalcino, ha superato gli step della selezione da parte degli Organi preposti della Conference e sarà presentato nel corso dei lavori che si svolgeranno presso l’Instituto Universitário de Lisboa dal 27 al 29 aprile

Genova, 21 aprile 2022 – AI, Big Data, IoT, 5G, Robot and Digital Twin, XR innovation, Realtà Virtuale e Aumentata sono i temi dell’evento clou del mondo delle tecnologie immersive, ovvero la XR International Conference che si terrà a Lisbona dal 27 al 29 aprile cui, sola azienda italiana ammessa, parteciperà ETT, l’industria digitale e creativa di Genova, dove sorge l’Headquarter della medesima, che ha fatto della immersività una delle variabili essenziali della propria mission. Il progetto, grazie al quale ETT ha superato la selezione, è “Il Tempio del Brunello – Viaggi virtuali per valorizzare un prodotto unico e il suo territorio: il Brunello di Montalcino”, un viaggio virtuale, emozionale e coinvolgente, ad elevato standard innovativo, alla scoperta di uno dei più famosi vini al mondo.

 

Per la terza volta – ha dichiarato Giovanni Verreschi, CEO di ETT – il nostro Gruppo è risultato essere l’unico, italiano, ad essere ammesso alla XR International Conference, evento di caratura mondiale del comparto delle tecnologie immersive. Per questo, possiamo dire di essere particolarmente orgogliosi e soddisfatti di potere condividere il nostro background conoscitivo con le best practice degli altri player di settore, un’esperienza di sicuro reciproco arricchimento e un’opportunità per delineare nuovi traguardi per ETT. D’altra parte, il progetto che è stato considerato in linea con i criteri valutativi della Conference, studiato per la valorizzazione multimediale del Brunello di Montalcino, del suo territorio e della sua storia, risponde alla vocazione che ci è peculiare, vale a dire quella di accrescere i confini dell’esperienza umana attraverso l’applicazione di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata, in questo caso nel settore del turismo e della cultura. Siamo sicuri non solo di avere raggiunto i risultati preposti, ma di essere riusciti a implementare un prototipo esperienziale esportabile in altri contesti e industry”.

 

La settima edizione della XR Conference avrà come ambito di discussione principale quello della “Extended Realities (XR) in Times of Crisis”, che mette a fuoco il grado di trasformazione digitale in risposta all’emergenza Covid e l’utilizzo di strumenti di Extended Reality (XR) per la creazione di valore e customer engagement.  Particolare risalto sarà dato ai progetti che si avvalgono di queste tecnologie nei campi del turismo e nella valorizzazione del patrimonio culturale legato ai contesti territoriali, com’è quello proposto da ETT. 

Soggetti organizzatori dell’evento la International Association of Immersive Technology Innovation (IAITI), Manchester Metropolitan University e University Institute di Lisbona. Obiettivo della Conference è quello di creare un punto di contatto tra l’industria e il mondo accademico per presentare e commentare le ultime tendenze nel campo della Realtà Virtuale e Aumentata.

 

Il paper elaborato da ETT parte dalla presa d’atto che nel periodo di incertezza dovuto alla pandemia consorzi e realtà produttive legate alle eccellenze enologiche italiane, analogamente a altri comparti, hanno individuato soluzioni proattive per la comunicazione e la valorizzazione delle produzioni.

Nel caso del Tempio del Brunello, i creator di ETT hanno voluto puntare su un percorso di conoscenza volto a mettere in evidenza i legami fra prodotto, il Brunello, i territori e i personaggi che hanno contribuito alla prestigiosa storia del marchio, così da mettere il turista/visitatore nelle condizioni di fruire un’esperienza immersiva unica nel suo genere. Grazie a tale coinvolgimento, infatti, è possibile andare “oltre” il vino stesso, cogliendo angolature altrimenti impossibili da ottenere, soprattutto in relazione al contesto territoriale: voli di droni in 13 location legate alle principali Cantine di produzione del Brunello di Montalcino permettono di visionare skyline a 360 gradi inaccessibili al semplice occhio umano. In sintesi una nuova modalità di scoprire il territorio, mettendo in discussione i tradizionali confini tra cultura e turismo, settori che con l’Esperienza Estesa vengono a sovrapporsi, al di là di una classificazione a compartimenti stagni ormai superata.

 

Ciò che ne risulta è uno storytelling nuovo e originale, un continuum narrativo immersivo in grado di innalzare ma al tempo stesso soddisfare le aspettative di chi visita colline e borghi del Brunello per scoprire mete inedite e inaspettate grazie a visori e all’app mobile che accompagna e integra la visita al percorso multimediale offerto, realizzato da ETT per Opera Laboratori negli ambienti.

Read More

Presentata BIS!, la campagna contro lo spreco alimentare

L’iniziativa, illustrata dal Sottosegretario al Mite Vannia Gava e da Carlo Salvemini, Sindaco di Lecce e Delegato di Anci ai rifiuti, fa parte di un più ampio progetto per la prevenzione degli sprechi anche nella ristorazione scolastica con guide operative rivolte agli enti locali

 

Vaschette_spreco-alimentare

Roma, 20 aprile 2022 Promuovere, attraverso una vera e propria alleanza tra istituzioni pubbliche e Associazioni, una maggiore consapevolezza del valore del cibo e contribuire alla riduzione degli sprechi alimentari, grazie alla diffusione della food-bag nella ristorazione. Questo il senso della Campagna Nazionale BIS! contro lo spreco alimentare, realizzata da Anci e finanziata dal Mite che è stata presentata durante una conferenza stampa presso la sede nazionale dell’Associazione. Vi hanno preso parte: Vannia Gava Sottosegretario al Ministero della Transizione Ecologica, Carlo Salvemini, Sindaco di Lecce e Delegato di Anci ai rifiuti, il direttore generale di Cial Giuseppina Carnimeo e Rocco Pozzulo, Presidente della Federazione Italiana Cuochi e Neri Marcorè che sarà il testimonial della Campagna.

La campagna, prevista dalla Legge 166/2016 sugli sprechi alimentari (cd. Legge Gadda) intende coinvolgere gli esercizi di ristorazione verso l’adozione di misure e strumenti di comunicazione – rivolti ai propri clienti – che promuovano attivamente la pratica virtuosa dell’asporto del cibo avanzato nella ristorazione commerciale la cosiddetta food-bag.

Grazie alla collaborazione con il CIAL (Consorzio Nazionale Imballaggi in Alluminio), le prime 250 attività di ristorazione che aderiranno alla campagna riceveranno un “kit di benvenuto” composto da circa 200 contenitori da asporto, e materiali di comunicazione da utilizzare nel proprio locale.

A supporto della campagna e delle attività di sensibilizzazione attivate dai ristoratori nei confronti dei propri clienti, sono stati predisposti diversi materiali di comunicazione (spot audio, pillole video, banner web, materiale grafico), liberamente scaricabili dal sito web di progetto all’indirizzo http://sprecoalimentare.anci.it/materiali-di-comunicazione/

Per aderire alla campagna, le attività di ristorazione dovranno inviare la propria richiesta di adesione dal seguente indirizzo: http://sprecoalimentare.anci.it/ristorazione/indagine-spreco-alimentare/adesione

La campagna contro lo Spreco alimentare fa parte di un progetto più ampio sulla riduzione degli sprechi alimentari finanziato dal Ministero della Transizione Ecologica (MITE), che prevede anche linee specifiche di attività per la prevenzione degli sprechi alimentari nella ristorazione scolastica; la misurazione dei rifiuti evitati attraverso l’utilizzo della “food-bag” e la predisposizione di quaderni operativi per il recupero delle eccedenze alimentari rivolti agli enti locali.

“Rinunciare a portare a casa il cibo che non finiamo di consumare al ristorante è come uscire lasciando le luci accese – dichiara il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, delegato Anci per Energia e Rifiuti – occorre maturare questa consapevolezza per avere la corretta percezione dell’impatto che lo spreco alimentare genera sull’ambiente e sull’economia. E siccome la lotta agli sprechi è fondamento dell’economia circolare, Anci, Mite, Cial e Federazione Italiana Cuochi lanciano questa campagna che punta a caratterizzare come virtuoso un comportamento oggi ancora troppo poco adottato. Per produrre ciò che viene sprecato impieghiamo risorse, energie e denaro sottratti ad altri scopi: dovere civico di tutti noi è non gettare, insieme al cibo, tutti questi sforzi e queste risorse nella pattumiera. L’uso della food bag deve diventare una consuetudine e sono felice che già numerose attività di ristorazione abbiano aderito, dimostrando che la sensibilità e la buona volontà per compiere passi in avanti sono già mature”.

“Per contrastare lo spreco e promuovere la riduzione dei rifiuti il Mite ha sottoscritto questo importante accordo con l’ANCI”, afferma il Sottosegretario Vannia Gava. “Ancora una volta i Comuni sono in prima linea per una importante battaglia come quella contro lo spreco alimentare, per avere un’Italia più sostenibile. Nessuno più degli enti locali conosce bene i suoi cittadini, sa come coinvolgerli in un progetto: ecco perché il Mite non ha esitato a sostenere questa importante iniziativa per creare una rete capace davvero di fare la differenza”.

“CIAL – evidenzia il direttore Giuseppina Carnimeo – ha aderito con entusiasmo alla campagna Bis! mettendo a frutto le esperienze maturate in questi anni nello sviluppo di campagne di sensibilizzazione contro lo spreco alimentare, organizzate in collaborazione con diversi Comuni italiani, proprio attraverso la disponibilità di vaschette in alluminio, idonee e sicure per il trasporto e la conservazione del cibo, funzionali alla pratica del food bag e del take away e, principalmente, riciclabili all’infinito, in linea con i principi dell’economia circolare.”

“Per noi cuochi italiani la riduzione dello spreco alimentare è un obiettivo fondamentale, da perseguire quotidianamente nelle nostre cucine”, sottolinea Rocco Pozzulo, Presidente di federazione Italiana Cuochi. “Ringraziamo ANCI per aver coinvolto la Federazione Italiana Cuochi nel progetto BIS!, attraverso il quale abbiamo la possibilità di sensibilizzare anche i nostri ospiti su una tematica di sostenibilità di attualità e di vitale importanza per il nostro pianeta”.

“La nostra generazione è la prima che deve misurarsi in modo serio con il tema della distruzione delle risorse naturali: per questo è molto importante che si torni alla riscoperta di valori e pratiche antispreco già usate in modo automatico dai nostri nonni”, ricorda Neri Marcorè. “Bisogna seminare dal basso partendo dalle scuole e dai Comuni per lasciare questa consapevolezza rafforzata in eredità virtuosa alle nuove generazioni”.

Read More

Inaugura con ETT “A World Of Potential” nelle Procuratie Vecchie di Venezia

AL VIA OGGI “A WORLD OF POTENTIAL”, MOSTRA INTERATTIVA AL TERZO PIANO DELLE PROCURATIE VECCHIE (580 mq) DI PIAZZA SAN MARCO: ESPERIENZE MULTIMEDIALI E IMMERSIVE DI ETT, INDUSTRIA DIGITALE CREATIVA

La Mostra offre un’esperienza coinvolgente per comprendere e connettersi con il “potenziale” personale di ciascuno di noi, esplorando i punti di forza della propria personalità e, simultaneamente, le migliori qualità nelle persone vicine. 

Visitando “A World of Potential”, la metà del prezzo del ticket sarà messa a disposizione di uno dei programmi sostenuti da The Human Safety Net, la rete di Generali Assicurazioni nata per sbloccare il potenziale delle persone che vivono in situazioni vulnerabili ed in circostanze difficili.

Procuratie Vecchie di Venezia

Venezia, 8 aprile 2022Parte oggi, in occasione del 190° anniversario della fondazione di Generali, “A World of Potential, mostra interattiva ospitata al terzo piano delle Procuratie Vecchie, gli edifici che avvolgono su tre lati piazza San Marco a Venezia. Gli allestimenti multimediali e immersivi (fornitura e installazione dell’hardware e sviluppo software exhibit) sono dell’industria creativa ETT.

È la prima volta, dopo 500 anni, che una larga parte delle Procuratie Vecchie viene resa accessibile al pubblico. Il progetto di recupero delle Procuratie è stato commissionato da Generali allo studio David Chipperfield Architects Milano nel 2017.

L’opera di restauro ha recuperato materiali originali veneziani e lavorazioni tradizionali coinvolgendo aziende specializzate e artigiani locali. Il complesso delle Procuratie Vecchie di proprietà Generali comprende circa 12.400 mq di superficie complessiva lorda, che occupano all’incirca l’85% della porzione dell’edificio che chiude il lato nord di Piazza San Marco. 580 metri quadrati sono finalizzati all’exhibition che ha come obiettivo principale quello di fare incontrare se stessi a tutti gli ospiti (i visitatori). 

Gli spazi dell’Exhibit sono dedicati all’interazione e alla condivisione con le persone attraverso i sistemi multimediali progettati e realizzati da ETT. Asse trasversale e comune denominatore a questi fattori è il concetto del “poter accedere” di tutti i partecipanti alla sfida di acquisire consapevolezza di sé in termini di perseveranza, creatività, speranza, leadership, gratitudine e spirito di squadra, per mettersi in moto nel rapporto con la vita, la cultura e l’arte.

Il visitatore viene ingaggiato a divenire “hub” di The Human Safety Net (THSN), la Rete di Generali con la mission di liberare il potenziale delle persone che vivono in condizioni di vulnerabilità affinché possano migliorare le condizioni di vita delle loro famiglie e comunità. È proprio a questo livello che a Venezia con THSN si è lavorato sui temi dell’inclusione sociale e del potenziale umano, concept sottesi a tutta la mostra.   

La tecnologia – spiega Giovanni Verreschi, a.d. di ETT – nell’ambito della mostra è presente dove necessario ea il suo utilizzo va di pari passo all’idea di “accessibilità” che definisce la cornice semantica dell’evento. Al suo interno essa riveste, dunque, un ruolo d’altra parte importante nel garantire quell’esperienza di partecipazione degli ospiti delle Procuratie Vecchie tanto sottolineata e auspicata dagli autori. Gli oggetti esposti, infatti, risultano ingaggianti e provocano il visitatore a interagire per scoprire i diversi lati della propria attitudine verso la realtà. Siamo orgogliosi – ha aggiunto Verreschi – dell’opportunità avuta di collaborare per il progetto “A World of Potential” con Generali, data la visione lungimirante da parte della Committenza anche in merito agli aspetti tecnologici, richiesti non tanto per costituire una voce diversiva quanto, piuttosto, per integrarsi all’interno di un’iniziativa che come prima finalità si è posta quella di riscoprire l’umano, facendo incontrare l’uomo a se stesso”. 

I percorsi di visita delle Procuratie sono studiati per essere affrontati secondo i “ritmi” preferiti dal singolo visitatore, tanto è vero che ci sono spazi per soste, dove mangiare, chiacchierare o, comunque, rimanere.

All’ingresso viene consegnato un ticket polivalente, vera e propria Carta da Viaggio, munito di sensori NFC (contactless) che comunicano con tutte le sezioni di “A World of Potential”. 

Accedendo al cuore dell’exhibit si incontrano Arlecchino, Colombina e Pantalone, protagonisti di un contesto scenico in cui la tradizione marionettistica si fonde con l’innovazione tecnologica, generando uno spettacolare teatro meccanizzato in cui le tre marionette danno il benvenuto ai visitatori. Queste, realizzate da Colla, una delle famiglie più importanti della tradizione marionettistica italiana, vengono movimentate attraverso diciotto motori ad alta precisione, messi a punto da ETT dopo un lavoro di progettazione e prototipazione di oltre otto mesi. Sullo sfondo la suggestiva ricostruzione 3D di una stanza delle Procuratie e del suo meraviglioso affaccio sulla piazza.

Si entra, successivamente, in un percorso che ci immerge in un nuovo ambiente e “circonda” di domande sul potenziale umano e sui suoi punti di forza: uno spettacolo introduttivo immersivo combina audio, video, animazioni ed elementi grafici su videowall a parete, soffitto e pavimento.

Una struttura a multiscope con 15 punti di scoperta, attivabili con la Carta da viaggio, introduce di seguito i visitatori in un puzzle di suoni, immagini e parole stimolandone la curiosità. 

In un altro exhibit, tramite una tecnologia simile alla Realtà Aumentata, si può godere di un’inedita prospettiva su Venezia, ispirata al classico binocolo panoramico a gettoni: a determinate coordinate corrispondono Point of Interest per un approfondimento specifico, dai quali si può avere accesso a testi, immagini, video e audio.

Proseguendo il percorso, si incontra una postazione che presenta un sensore a contatto con la fronte che permette di sollevare, concentrandosi, una pallina posizionata all’interno di un cilindro adiacente alla postazione. A fine esperienza, il giocatore riceve un diagramma che illustra la prestazione, in base ai livelli di altezza raggiunti dalla pallina. In questo modo l’exhibit testa la capacità di mantenere la concentrazione su un’unica attività.

La creatività, inoltre, attraverso un monitor collegato ad un sensore interattivo (kinect), permette di scegliere un’emozione e “disegnare” nell’aria, direttamente con le proprie mani, un’immagine rappresentativa. Una volta completata, viene mostrata in un videowall insieme agli altri contributi condivisi.

I visitatori sono poi invitati a pensare a un momento di difficoltà o una situazione che stanno attraversando e a rappresentare, tramite alcune scelte a monitor, la propria situazione. Successivamente, vengono individuati 6 pregiudizi cognitivi che possono avere un impatto quando dobbiamo affrontare una situazione complessa. 

Un altro exhibit sonda la capacità di leadership, ascolto e collaborazione. A due giocatori è richiesto di costruire un oggetto in base ad un’immagine data. Il costruttore posiziona le mani sotto una semi cupola di pellicola. Premendo il pulsante di inizio gioco, la pellicola si polarizza, opacizzandosi, e nasconde i pezzi che devono comporre l’oggetto, selezionato dal compagno istruttore. Seguendo le istruzioni alla cieca e con l’utilizzo del solo senso del tatto, il costruttore deve capire quali pezzi selezionare e come sovrapporli nell’ordine corretto. L’intera performance di coppia viene proiettata a beneficio degli altri visitatori. 

Arrivando verso la fine del cammino, l’albero della gratitudine accoglie i nastri stampati in tempo reale che riportano i motivi per i quali i visitatori sentono di dover essere riconoscenti, scritti tramite tablet. 

Per quanto, diversamente riguarda la capacità di teamwork, una struttura cubica pensata per una prova di collaborazione e ascolto, per la quale occorre essere almeno in due, sino a un massimo di quattro persone in contemporanea. Quattro strumenti posizionati agli estremi si attivano con quattro meccanismi diversi e producono una sorta di flusso che deve raggiungere il centro del grande tavolo LED. Finché i giocatori non sono coordinati e non manovrano armonicamente i meccanismi, non si attiva la parte finale dell’experience, pensata per sorprendere e valorizzare il lavoro di squadra. 

Si giunge, infine, all’epilogo del “viaggio”, traguardo che prevede per tutti la foto scattata di fronte alla grande H simbolo di The Human Safety Net.

All’uscita, i visitatori trovano un wall con le immagini di quanti hanno fatto la loro stessa esperienza. 

Read More

Dantedì 2022: ispirazioni ed evocazioni dantesche tra arte, danza e VR

Presso il Museo Casa di Dante, in antprima il Purgatorio in VR realizzato da ETT

24 marzo 2022 – In occasione del Dantedì, il 25 marzo, data in cui secondo gli studiosi il Sommo Poeta intraprende il suo noto viaggio letterario, sarà lanciata da Firenze un’importante iniziativa per celebrare il suo genio creativo e la sua opera.

Tra suggestioni, rimandi ed ispirazioni dantesche che tuttora influenzano il mondo dell’arte, della danza e della cultura contemporanea si confronteranno in un incontro aperto al pubblico e in live streaming: Cristina Manetti, Presidente del Museo Casa di Dante, l’autore e dantista Massimo Seriacopi, Emiliano Pellissari, Direttore della Compagnia NoGravity, Federico Basso e Alessandro Cavallaro del Gruppo ETT, industria digitale creativa internazionale specializzata in innovazione tecnologica.

L’appuntamento dal titolo “Ispirazioni ed evocazioni dantesche” è gratuito e si terrà alle ore 17:30 in diretta streaming sulla pagina Facebook del Museo Casa di Dante di Firenze. Per partecipare dal vivo invece, occorrerà prenotarsi via email (info@museocasadidante.it) fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Partendo dalla fantastica immagine evocata nel decimo canto del “Purgatorio” riguardo al “visibile parlare”, l’autore e dantista Massimo Seriacopi guiderà il pubblico in un breve itinerario attraverso passi del poema dantesco per far comprendere quanto i versi e le creazioni del Sommo Poeta hanno fornito ispirazione non soltanto per le opere letterarie, ma anche per opere scultoree, disegni e dipinti, oltre che per musica, danza e rappresentazioni teatrali.

A tal proposito, dopo l’enorme successo di critica e pubblico riscontrato dallo show internazionale “Inferno 2021” realizzato in occasione delle celebrazioni dantesche dalla compagnia NoGravity, tornato in scena a grande richiesta al Teatro Olimpico di Roma e che nel 2023/2024 andrà in tour negli USA, il Direttore della Dance Company, Emiliano Pellisari racconterà della genesi di questo spettacolo dove il corpo umano è guidato dalla forza cinetica del volo aereo, fasciato da tessuti bagnati, bendato da corde e stracci. Danzatori, atleti e acrobati sfidano, infatti, la gravità ed immagini straordinarie appaiono dal buio, un mondo dove il reale e il virtuale si mischiano in un caleidoscopio di immagini sorprendenti tratte dalle immagini dantesche più forti. Uno spettacolo dove il disegno della luce, la musica e l’illusione si coniugano con la danza, l’atletica e la mimica.

La figura umana diventa protagonista anche nel nuovo progetto del Gruppo ETT. In anteprima Federico Basso, sceneggiatore e regista, e Alessandro Cavallaro, supervisore scientifico della sceneggiatura, parleranno del secondo cortometraggio in Realtà Virtuale 3D dedicato al Purgatorio. Dopo l’Inferno VR, infatti, gli spettatori potranno nuovamente entrare nei panni del Sommo Poeta e vivere una nuova avventura al Purgatorio, popolata dai personaggi più celebri realizzati grazie all’utilizzo di diverse tecnologie, dalle riprese live al motion capture (“cattura del movimento”) su modelli 3D.

Cristina Manetti, presidente dell’Unione Fiorentina MUSEO CASA DI DANTE, dichiara:

Oggi, Dantedì, torniamo a celebrare il sommo poeta nella giornata a lui dedicata. Oggi come museo proseguiamo un viaggio virtuale intrapreso da tempo. Il messaggio che Dante ci lascia attraverso le sue opere, in modo particolare la Commedia, parla a tutte le generazioni. Grazie alle nuove tecnologie il nostro museo ha avviato una trasformazione tecnologia e multimediale che ci permette di aprire i confini danteschi a nuovi orizzonti rinnovando nella forma l’eredità di Dante. Un Museo tecnologico in grado di dare un’offerta culturale valorizzata dalle nuove tecnologie era la sfida che abbiamo intrapreso prima della pandemia e che stiamo coraggiosamente portando avanti, nonostante le difficoltà che questi tempi impongono a tutto il comparto del turismo.

Crediamo fortemente che la missione di realtà come la nostra sia proprio quella di portare avanti questa trasformazione e lo stiamo facendo con il massimo impegno e con tutte le nostre forze.

Oggi è quindi l’occasione per condividere questa visione con il pubblico e gli appassionati.

Giovanni Verreschi, amministratore delegato di ETT, dichiara: “Stiamo portando avanti il progetto dedicato alla Divina Commedia attraverso il linguaggio della Realtà Virtuale con ottimi risultati. L’immersività e l’emotività, infatti, costituiscono una componente fondamentale sia per catturare l’attenzione dello spettatore, ma anche per coinvolgerlo in prima persona e di conseguenza fargli vivere una vera e propria esperienza a 360 gradi. Le tecnologie digitali e immersive oramai – prosegue Verreschi – sono strumenti imprescindibili a supporto dell’apprendimento e della conoscenza. Entrare all’interno dei capolavori letterari, poter interagire con l’ambiente e con i personaggi sono alla base di una nuova era culturale”.

Read More

Cybersecurity: ETT e Gruppo SCAI al GISEC 2022 di Dubai

La locandina ufficiale con l'indicazione dello stand del Gruppo SCAI, con ETT, a GISEC, Dubai 2022

GISEC 2022: un innovativo contributo alla security culture

ETT, SCAI Puntoit e SCAI Partners rappresenteranno il Gruppo SCAI al GISEC Global che si terrà dal 21 al 23 marzo 2022 a Dubai.

GISEC (Gulf Information Security Expo and Conference) si pone come la più grande vetrina commerciale del mondo arabo sulla Cybersecurity, presentando prodotti, soluzioni innovative e strategie in un evento di tre giorni che vedrà riuniti i più influenti stakeholder del mercato e relatori impegnati in conferenze sui principali temi in materia di sicurezza informatica.

ETT, nella persona di Niccolò Caderni, Chairman di ETT Ltd, sarà tra gli espositori al GISEC GLOBAL 2022, il più influente evento del mondo arabo sulla Cybersecurity, supportato dal Consiglio per la sicurezza informatica degli Emirati Arabi Uniti. 

Tra i temi di punta di questa edizione, le principali sfide che aspettano investitori, fornitori di servizi e soluzioni e professionisti del settore: il Metaverso come prossimo possibile campo di battaglia nella sicurezza informatica, la protezione della rete 5G, la risposta al cyberbullismo, la privacy e la difesa dei dati sanitari – tema reso particolarmente attuale dalla pandemia – l’approccio Security By Design, il fattore umano nella doppia accezione di punto debole e possibile soluzione per contrastare minacce e attacchi, la Blockchain per la sicurezza delle infrastrutture critiche, passando per i programmi Bug Bounty e la Cyber threat intelligence contro i crimini informatici.

Orgogliosi di essere tra gli exhibitor di questo evento globale” commenta Alaeddine El Orf Abbassi, Head of International Projects Gruppo SCAI – “saremo lieti di accogliere i visitatori presso lo stand E.17 (Dubai World Trade Center)”.

Gruppo SCAI e SCAI Puntoit valutano ed adottano le migliori tecnologie presenti sul mercato della Cybersecurity. Vantiamo i più alti livelli di partnership con vendor primari in ambito Cybersecurity e saremo presenti al GISEC 2022 per presentarvi la nostra Value Proposition di soluzioni e servizi in ambito internazionale.” Questo il commento di Massimo Manzione, Partnership & Alliance Director – Head of Marketing & BDM per SCAI Puntoit.

Read More

Experimenting hybrid reality in cultural heritage reconstruction – un nuovo paper a firma ETT

Experimenting hybrid reality in cultural heritage reconstruction. The Peasant Civilisation Park and the ‘Vicinato a Pozzo’ museum of Matera (Italy) è il titolo del nuovo paper pubblicato sulla rivista Museum Management and Curatorship – The International Forum for Museum Professionals (ed. Routledge) di James M. Bradburne.

A cura di Adele Magnelli (ETT), Mariapina Trunfio (Università di Napoli Parthenope) e Salvatore Campana (Università della Campania Luigi Vanvitelli), la pubblicazione rappresenta un tassello fondamentale per l’analisi e la ricerca di nuovi scenari in ambito Cultural Heritage, fondati sull’innovazione e sulla creazione di valore esperienziale.

La realtà ibrida è ancora un concetto poco esplorato nell’ambito del patrimonio culturale e museale. Il paper mira a far luce sul suo ruolo sperimentale e sul suo approccio alternativo nella ricostruzione virtuale del patrimonio culturale, in grado di migliorare l’esperienza e la soddisfazione del visitatore. Le considerazioni principali si concentrano sull’esempio del parco della Civiltà Contadina, esperienza immersiva realizzata da ETT presso il Museo Vicinato a Pozzo, a Matera.

Il paper introduce nuovi scenari per il patrimonio culturale tramite l’utilizzo di realtà ibrida e suggerisce possibilità migliorative  per la gestione museale grazie a nuovi modelli di business alternativi ed esperienze innovative. 

Read More

Realtà Virtuale e didattica: il Gruppo ETT con VIS ad EXPO Dubai

“Accendiamo i cieli del mondo. Astronomia per la Didattica: dalla teoria alla pratica” è l’evento organizzato da OAE Italy Center e Inaf in occasione di EXPO Dubai che ha avuto luogo questa mattina in forma ibrida, aperto sia ai visitatori dell’Expo che al pubblico online.

 


Hanno dato vita alla discussione della tavola rotonda Markus Poessel, Responsabile dell’Ufficio OAE della IAU, Stefano Sandrelli e Sara Ricciardi del Centro Italiano dell’OAE, Hamid Al-Naimiy e Ilias Fernini del SAASST (Sharjah Academy for Astronomy, Space sciences & Technology) e Pedro Russo dell’Università di Leiden/Ciência Viva.

Durante l’evento è stato presentato Moon Landing VR 360, video in Realtà Virtuale prodotto da VIS – Virtual Immersions in Science, spin off della Scuola Normale di Pisa facente parte del Gruppo ETT, che simula lo storico allunaggio dell’Apollo 11. L’utente si ritrova ad affrontare le stesse difficoltà di Neil Armstrong, dosando il combustibile del LM per allunare dolcemente, in un’esperienza immersiva e interattiva che al dettaglio grafico unisce un assoluto realismo scientifico.

Read More

Convegno Stelline – presenti anche GruppoMeta e SPACE

Convegno Stelline 2022 | Milano 10-11 marzo

Si svolge anche quest’anno il Convegno Stelline, l’appuntamento annuale dedicato al mondo delle biblioteche, che torna in presenza dal 10 all’11 marzo presso il Palazzo della Fondazione Stelline di Milano.

Dal 1995, il Convegno si propone come un momento di aggiornamento e crescita professionale per tutti gli operatori del mondo delle biblioteche. Le tematiche e parole chiave di quest’anno sono innovazione, prossimità e comunità, termini che si inseriscono in questo 2022, “l’anno zero” che sancisce il ritorno a un nuovo inizio e una nuova normalità.

Il convegno approfondirà, pertanto, il loro significato, e illustrerà le loro contaminazioni, come forme di socialità e modalità gestionali ancora inesplorate. 

Anche ETT, GruppoMeta e SPACE, entrambe società del Gruppo ETT, sono presenti a questa edizione presso lo stand A6 dedicato. La loro presenza è un’occasione per parlare di futuro e di nuove opportunità per biblioteche e archivi, in particolar modo a livello di digitalizzazione e innovazione culturale.

Venerdì 11 marzo alle 14:30 Sam Minelli di GruppoMeta sarà presente al tavolo del convegno In Archivio per approfondire la digitalizzazione, la metadatazione e la catalogazione, nonché i processi di estrazione delle informazioni e la loro valorizzazione a livello comunicativo. 

Read More

Premio per le Competenze Digitali: le iniziative finaliste

L'immagine scelta per il Premio Competenze Digitali 2022

Dal primo al 15 marzo i cittadini potranno votare l’iniziativa preferita nell’ambito del Premio per le Competenze Digitali

Al via il Premio Nazionale per le Competenze Digitali, un’iniziativa di Repubblica Digitale promossa dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in particolare del Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale (MITD), e realizzata con il supporto di FormezPA.
 
120 i progetti presentati da terzo settore, imprese e pubbliche amministrazioni: 42 le iniziative pervenute per Digitale per tutti, 30 quelle per Digitale inclusivo, 16 i progetti nella sezione Digitale contro il divario di genere e 32 quelli nella categoria Digitale nell’educazione per le scuole.
Per ciascuna delle categorie, la Giuria nominata dal Dipartimento per la trasformazione digitale ha selezionato le più meritevoli: cinque per ogni categoria afferente a Digitale per tutti e Digitale contro il divario di genere e sei per Digitale inclusivo e Digitale nell’educazione per le scuole.
 
Il 24 e il 25 marzo sono state presentate le iniziative finaliste del 1° Premio Nazionale per le Competenze Digitali, tra cui anche i progetti #INNOTV
 e Space13 Legnago per la categoria “Digitale per tutti” relativa alle iniziative di sviluppo delle competenze digitali rivolte a tutti i cittadini.
 
Dal 1° al 15 marzo sarà possibile invece sostenere i partecipanti per vincere il premio “Il più votato dal pubblico online”.
 

Read More

Laboratori Aperti di Ferrara vince L’Europa è Qui, con noi, in Emilia-Romagna

banner del concorso L'Europa è QUI

Il Laboratorio Aperto di Ferrara è il vincitore del concorso “L’Europa è Qui, con noi, in Emilia-Romagna”. 

Selezionato dalla commissione regionale FESR  come vincitore del progetto, Laboratorio Aperto di Ferrara ha partecipato al concorso e ha vinto, ex aequo con un progetto presentato dall’Università di Parma.

Si tratta della 4° edizione di  “L’Europa è QUI”, concorso che il racconto di un progetto realizzato totalmente o in fase di completamento grazie ai Fondi europei, scegliendo le modalità espressive ritenute più adatte.

Il concorso si è concluso l’8 febbraio con la premiazione dei nove progetti vincitori, su oltre cento partecipanti beneficiari dei fondi UE, che hanno testimoniato con video, infografiche, fumetti, poster e Instagram stories l’impatto di queste risorse sulle persone, le comunità e il territorio.

L’edizione 2021 allarga la partecipazione ai beneficiari del Programma di sviluppo rurale, ma mantiene le principali caratteristiche della precedente edizione: dal titolo “L’Europa è QUI” alla scelta di aprire a diverse forme espressive, per dare maggiore libertà ai beneficiari e valorizzare capacità e modalità differenti di raccontare i benefici ottenuti grazie ai Fondi europei.

Qui di seguito il video di presentazione di Laboratorio Aperto di Ferrara:

https://europaqui-er.it/laboratorio-aperto-di-ferrara/