Read More

Dantedì 2022: ispirazioni ed evocazioni dantesche tra arte, danza e VR

Presso il Museo Casa di Dante, in antprima il Purgatorio in VR realizzato da ETT

24 marzo 2022 – In occasione del Dantedì, il 25 marzo, data in cui secondo gli studiosi il Sommo Poeta intraprende il suo noto viaggio letterario, sarà lanciata da Firenze un’importante iniziativa per celebrare il suo genio creativo e la sua opera.

Tra suggestioni, rimandi ed ispirazioni dantesche che tuttora influenzano il mondo dell’arte, della danza e della cultura contemporanea si confronteranno in un incontro aperto al pubblico e in live streaming: Cristina Manetti, Presidente del Museo Casa di Dante, l’autore e dantista Massimo Seriacopi, Emiliano Pellissari, Direttore della Compagnia NoGravity, Federico Basso e Alessandro Cavallaro del Gruppo ETT, industria digitale creativa internazionale specializzata in innovazione tecnologica.

L’appuntamento dal titolo “Ispirazioni ed evocazioni dantesche” è gratuito e si terrà alle ore 17:30 in diretta streaming sulla pagina Facebook del Museo Casa di Dante di Firenze. Per partecipare dal vivo invece, occorrerà prenotarsi via email (info@museocasadidante.it) fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Partendo dalla fantastica immagine evocata nel decimo canto del “Purgatorio” riguardo al “visibile parlare”, l’autore e dantista Massimo Seriacopi guiderà il pubblico in un breve itinerario attraverso passi del poema dantesco per far comprendere quanto i versi e le creazioni del Sommo Poeta hanno fornito ispirazione non soltanto per le opere letterarie, ma anche per opere scultoree, disegni e dipinti, oltre che per musica, danza e rappresentazioni teatrali.

A tal proposito, dopo l’enorme successo di critica e pubblico riscontrato dallo show internazionale “Inferno 2021” realizzato in occasione delle celebrazioni dantesche dalla compagnia NoGravity, tornato in scena a grande richiesta al Teatro Olimpico di Roma e che nel 2023/2024 andrà in tour negli USA, il Direttore della Dance Company, Emiliano Pellisari racconterà della genesi di questo spettacolo dove il corpo umano è guidato dalla forza cinetica del volo aereo, fasciato da tessuti bagnati, bendato da corde e stracci. Danzatori, atleti e acrobati sfidano, infatti, la gravità ed immagini straordinarie appaiono dal buio, un mondo dove il reale e il virtuale si mischiano in un caleidoscopio di immagini sorprendenti tratte dalle immagini dantesche più forti. Uno spettacolo dove il disegno della luce, la musica e l’illusione si coniugano con la danza, l’atletica e la mimica.

La figura umana diventa protagonista anche nel nuovo progetto del Gruppo ETT. In anteprima Federico Basso, sceneggiatore e regista, e Alessandro Cavallaro, supervisore scientifico della sceneggiatura, parleranno del secondo cortometraggio in Realtà Virtuale 3D dedicato al Purgatorio. Dopo l’Inferno VR, infatti, gli spettatori potranno nuovamente entrare nei panni del Sommo Poeta e vivere una nuova avventura al Purgatorio, popolata dai personaggi più celebri realizzati grazie all’utilizzo di diverse tecnologie, dalle riprese live al motion capture (“cattura del movimento”) su modelli 3D.

Cristina Manetti, presidente dell’Unione Fiorentina MUSEO CASA DI DANTE, dichiara:

Oggi, Dantedì, torniamo a celebrare il sommo poeta nella giornata a lui dedicata. Oggi come museo proseguiamo un viaggio virtuale intrapreso da tempo. Il messaggio che Dante ci lascia attraverso le sue opere, in modo particolare la Commedia, parla a tutte le generazioni. Grazie alle nuove tecnologie il nostro museo ha avviato una trasformazione tecnologia e multimediale che ci permette di aprire i confini danteschi a nuovi orizzonti rinnovando nella forma l’eredità di Dante. Un Museo tecnologico in grado di dare un’offerta culturale valorizzata dalle nuove tecnologie era la sfida che abbiamo intrapreso prima della pandemia e che stiamo coraggiosamente portando avanti, nonostante le difficoltà che questi tempi impongono a tutto il comparto del turismo.

Crediamo fortemente che la missione di realtà come la nostra sia proprio quella di portare avanti questa trasformazione e lo stiamo facendo con il massimo impegno e con tutte le nostre forze.

Oggi è quindi l’occasione per condividere questa visione con il pubblico e gli appassionati.

Giovanni Verreschi, amministratore delegato di ETT, dichiara: “Stiamo portando avanti il progetto dedicato alla Divina Commedia attraverso il linguaggio della Realtà Virtuale con ottimi risultati. L’immersività e l’emotività, infatti, costituiscono una componente fondamentale sia per catturare l’attenzione dello spettatore, ma anche per coinvolgerlo in prima persona e di conseguenza fargli vivere una vera e propria esperienza a 360 gradi. Le tecnologie digitali e immersive oramai – prosegue Verreschi – sono strumenti imprescindibili a supporto dell’apprendimento e della conoscenza. Entrare all’interno dei capolavori letterari, poter interagire con l’ambiente e con i personaggi sono alla base di una nuova era culturale”.

Read More

Cybersecurity: ETT e Gruppo SCAI al GISEC 2022 di Dubai

La locandina ufficiale con l'indicazione dello stand del Gruppo SCAI, con ETT, a GISEC, Dubai 2022

GISEC 2022: un innovativo contributo alla security culture

ETT, SCAI Puntoit e SCAI Partners rappresenteranno il Gruppo SCAI al GISEC Global che si terrà dal 21 al 23 marzo 2022 a Dubai.

GISEC (Gulf Information Security Expo and Conference) si pone come la più grande vetrina commerciale del mondo arabo sulla Cybersecurity, presentando prodotti, soluzioni innovative e strategie in un evento di tre giorni che vedrà riuniti i più influenti stakeholder del mercato e relatori impegnati in conferenze sui principali temi in materia di sicurezza informatica.

ETT, nella persona di Niccolò Caderni, Chairman di ETT Ltd, sarà tra gli espositori al GISEC GLOBAL 2022, il più influente evento del mondo arabo sulla Cybersecurity, supportato dal Consiglio per la sicurezza informatica degli Emirati Arabi Uniti. 

Tra i temi di punta di questa edizione, le principali sfide che aspettano investitori, fornitori di servizi e soluzioni e professionisti del settore: il Metaverso come prossimo possibile campo di battaglia nella sicurezza informatica, la protezione della rete 5G, la risposta al cyberbullismo, la privacy e la difesa dei dati sanitari – tema reso particolarmente attuale dalla pandemia – l’approccio Security By Design, il fattore umano nella doppia accezione di punto debole e possibile soluzione per contrastare minacce e attacchi, la Blockchain per la sicurezza delle infrastrutture critiche, passando per i programmi Bug Bounty e la Cyber threat intelligence contro i crimini informatici.

Orgogliosi di essere tra gli exhibitor di questo evento globale” commenta Alaeddine El Orf Abbassi, Head of International Projects Gruppo SCAI – “saremo lieti di accogliere i visitatori presso lo stand E.17 (Dubai World Trade Center)”.

Gruppo SCAI e SCAI Puntoit valutano ed adottano le migliori tecnologie presenti sul mercato della Cybersecurity. Vantiamo i più alti livelli di partnership con vendor primari in ambito Cybersecurity e saremo presenti al GISEC 2022 per presentarvi la nostra Value Proposition di soluzioni e servizi in ambito internazionale.” Questo il commento di Massimo Manzione, Partnership & Alliance Director – Head of Marketing & BDM per SCAI Puntoit.

Read More

Experimenting hybrid reality in cultural heritage reconstruction – un nuovo paper a firma ETT

Experimenting hybrid reality in cultural heritage reconstruction. The Peasant Civilisation Park and the ‘Vicinato a Pozzo’ museum of Matera (Italy) è il titolo del nuovo paper pubblicato sulla rivista Museum Management and Curatorship – The International Forum for Museum Professionals (ed. Routledge) di James M. Bradburne.

A cura di Adele Magnelli (ETT), Mariapina Trunfio (Università di Napoli Parthenope) e Salvatore Campana (Università della Campania Luigi Vanvitelli), la pubblicazione rappresenta un tassello fondamentale per l’analisi e la ricerca di nuovi scenari in ambito Cultural Heritage, fondati sull’innovazione e sulla creazione di valore esperienziale.

La realtà ibrida è ancora un concetto poco esplorato nell’ambito del patrimonio culturale e museale. Il paper mira a far luce sul suo ruolo sperimentale e sul suo approccio alternativo nella ricostruzione virtuale del patrimonio culturale, in grado di migliorare l’esperienza e la soddisfazione del visitatore. Le considerazioni principali si concentrano sull’esempio del parco della Civiltà Contadina, esperienza immersiva realizzata da ETT presso il Museo Vicinato a Pozzo, a Matera.

Il paper introduce nuovi scenari per il patrimonio culturale tramite l’utilizzo di realtà ibrida e suggerisce possibilità migliorative  per la gestione museale grazie a nuovi modelli di business alternativi ed esperienze innovative. 

Read More

Realtà Virtuale e didattica: il Gruppo ETT con VIS ad EXPO Dubai

“Accendiamo i cieli del mondo. Astronomia per la Didattica: dalla teoria alla pratica” è l’evento organizzato da OAE Italy Center e Inaf in occasione di EXPO Dubai che ha avuto luogo questa mattina in forma ibrida, aperto sia ai visitatori dell’Expo che al pubblico online.

 


Hanno dato vita alla discussione della tavola rotonda Markus Poessel, Responsabile dell’Ufficio OAE della IAU, Stefano Sandrelli e Sara Ricciardi del Centro Italiano dell’OAE, Hamid Al-Naimiy e Ilias Fernini del SAASST (Sharjah Academy for Astronomy, Space sciences & Technology) e Pedro Russo dell’Università di Leiden/Ciência Viva.

Durante l’evento è stato presentato Moon Landing VR 360, video in Realtà Virtuale prodotto da VIS – Virtual Immersions in Science, spin off della Scuola Normale di Pisa facente parte del Gruppo ETT, che simula lo storico allunaggio dell’Apollo 11. L’utente si ritrova ad affrontare le stesse difficoltà di Neil Armstrong, dosando il combustibile del LM per allunare dolcemente, in un’esperienza immersiva e interattiva che al dettaglio grafico unisce un assoluto realismo scientifico.

Read More

Convegno Stelline – presenti anche GruppoMeta e SPACE

Convegno Stelline 2022 | Milano 10-11 marzo

Si svolge anche quest’anno il Convegno Stelline, l’appuntamento annuale dedicato al mondo delle biblioteche, che torna in presenza dal 10 all’11 marzo presso il Palazzo della Fondazione Stelline di Milano.

Dal 1995, il Convegno si propone come un momento di aggiornamento e crescita professionale per tutti gli operatori del mondo delle biblioteche. Le tematiche e parole chiave di quest’anno sono innovazione, prossimità e comunità, termini che si inseriscono in questo 2022, “l’anno zero” che sancisce il ritorno a un nuovo inizio e una nuova normalità.

Il convegno approfondirà, pertanto, il loro significato, e illustrerà le loro contaminazioni, come forme di socialità e modalità gestionali ancora inesplorate. 

Anche ETT, GruppoMeta e SPACE, entrambe società del Gruppo ETT, sono presenti a questa edizione presso lo stand A6 dedicato. La loro presenza è un’occasione per parlare di futuro e di nuove opportunità per biblioteche e archivi, in particolar modo a livello di digitalizzazione e innovazione culturale.

Venerdì 11 marzo alle 14:30 Sam Minelli di GruppoMeta sarà presente al tavolo del convegno In Archivio per approfondire la digitalizzazione, la metadatazione e la catalogazione, nonché i processi di estrazione delle informazioni e la loro valorizzazione a livello comunicativo. 

Read More

Premio per le Competenze Digitali: le iniziative finaliste

L'immagine scelta per il Premio Competenze Digitali 2022

Dal primo al 15 marzo i cittadini potranno votare l’iniziativa preferita nell’ambito del Premio per le Competenze Digitali

Al via il Premio Nazionale per le Competenze Digitali, un’iniziativa di Repubblica Digitale promossa dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in particolare del Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale (MITD), e realizzata con il supporto di FormezPA.
 
120 i progetti presentati da terzo settore, imprese e pubbliche amministrazioni: 42 le iniziative pervenute per Digitale per tutti, 30 quelle per Digitale inclusivo, 16 i progetti nella sezione Digitale contro il divario di genere e 32 quelli nella categoria Digitale nell’educazione per le scuole.
Per ciascuna delle categorie, la Giuria nominata dal Dipartimento per la trasformazione digitale ha selezionato le più meritevoli: cinque per ogni categoria afferente a Digitale per tutti e Digitale contro il divario di genere e sei per Digitale inclusivo e Digitale nell’educazione per le scuole.
 
Il 24 e il 25 marzo sono state presentate le iniziative finaliste del 1° Premio Nazionale per le Competenze Digitali, tra cui anche i progetti #INNOTV
 e Space13 Legnago per la categoria “Digitale per tutti” relativa alle iniziative di sviluppo delle competenze digitali rivolte a tutti i cittadini.
 
Dal 1° al 15 marzo sarà possibile invece sostenere i partecipanti per vincere il premio “Il più votato dal pubblico online”.
 

Read More

Laboratori Aperti di Ferrara vince L’Europa è Qui, con noi, in Emilia-Romagna

banner del concorso L'Europa è QUI

Il Laboratorio Aperto di Ferrara è il vincitore del concorso “L’Europa è Qui, con noi, in Emilia-Romagna”. 

Selezionato dalla commissione regionale FESR  come vincitore del progetto, Laboratorio Aperto di Ferrara ha partecipato al concorso e ha vinto, ex aequo con un progetto presentato dall’Università di Parma.

Si tratta della 4° edizione di  “L’Europa è QUI”, concorso che il racconto di un progetto realizzato totalmente o in fase di completamento grazie ai Fondi europei, scegliendo le modalità espressive ritenute più adatte.

Il concorso si è concluso l’8 febbraio con la premiazione dei nove progetti vincitori, su oltre cento partecipanti beneficiari dei fondi UE, che hanno testimoniato con video, infografiche, fumetti, poster e Instagram stories l’impatto di queste risorse sulle persone, le comunità e il territorio.

L’edizione 2021 allarga la partecipazione ai beneficiari del Programma di sviluppo rurale, ma mantiene le principali caratteristiche della precedente edizione: dal titolo “L’Europa è QUI” alla scelta di aprire a diverse forme espressive, per dare maggiore libertà ai beneficiari e valorizzare capacità e modalità differenti di raccontare i benefici ottenuti grazie ai Fondi europei.

Qui di seguito il video di presentazione di Laboratorio Aperto di Ferrara:

https://europaqui-er.it/laboratorio-aperto-di-ferrara/

Read More

Scopri Ferrara

Scopri Ferrara: la nuova app del Comune di Ferrara progettata per offrire un itinerario multimediale di valorizzazione della città

Percorsi di scoperta attraverso luoghi d’arte, storici, religiosi, fra ville, parchi, architetture del territorio ferrarese da scoprire grazie a differenti percorsi ideati dal Laboratorio Aperto – Ex Teatro Verdi, per valorizzare il patrimonio culturale e ambientale della città grazie all’impiego della tecnologia.

Venerdì 21 gennaio è la data in cui nasce ufficialmente Scopri Ferrara, l’innovativa applicazione per dispositivi mobili del Comune di Ferrara, ideata e progettata nell’ambito delle attività del Laboratorio Aperto – Ex Teatro Verdi nel settore della trasformazione digitale applicata a cultura, creatività e spettacolo.

Il Laboratorio, infatti, presenta quello che si preannuncia come uno dei prodotti principali con cui Ferrara sceglie di ripartire dalla cultura, dal turismo consapevole e smart, dall’innovazione digitale, dando un segnale strategico circa le aree di sviluppo dove è possibile implementare la creatività condivisa.

L’app Scopri Ferrara, per la quale è previsto il download gratuito tramite gli store dedicati, arricchisce l’offerta di supporti tecnologici a disposizione della città e si presenta come uno strumento dinamico e interattivo, capace di unire curiosità, stimolo a visitare i luoghi culturali e approfondimento consapevole. Quattro percorsi attraverso alcuni fondamentali snodi turistici collocati nel Centro Storico, fruibili sia in bici che a piedi, in grado di guidare il visitatore alla scoperta del patrimonio artistico-culturale che definisce l’identità storica di Ferrara e della sua comunità, con un focus particolare sui luoghi legati al regista Michelangelo Antonioni.

Dopo un lavoro di mappatura e ricerca, le opere e i luoghi inseriti all’interno dell’applicazione sono stati valorizzati con contenuti multimediali: testi e audio descrittivi in doppia lingua (italiano e inglese), corredo iconografico, immagini panoramiche a 360° (che permettono un contatto immersivo e coinvolgente con i Punti di Interesse), video inediti, contenuti avanzati inquadrati in un’operazione di edutainment (apprendere divertendosi) non solo funzionano da attrattori e aggregatori di conoscenze per il visitatore o il cittadino che intende esplorare le bellezze di Ferrara, ma si presentano anche come dispositivi capaci di potenziare il carattere innovativo dell’esperienza in città.

 

A questi contenuti si aggiungono fotografie d’epoca o di spessore documentale provenienti dall’Archivio Storico di Ferrara, recuperate e inserite nella galleria visiva dei singoli Punti di Interesse, come ulteriori tasselli del patrimonio storico di cui è dotata la città.

Sviluppata da ETT S.p.A., industria digitale che co-gestisce la realizzazione delle attività nel Laboratorio Aperto di Ferrara insieme ai partner Fondazione Giacomo Brodolini, MBS s.r.l. e CIDAS, Scopri Ferrara è un’app che accompagna cittadini e visitatori in un viaggio a stretto contatto con la meraviglia dei luoghi, ma anche un “oggetto multimediale” che raccoglie suggestioni spesso poco visibili ereditate da altre epoche, suggestioni non immediatamente accessibili al grande pubblico: frammenti, istantanee 

provenienti dal passato che ricostruiscono i tratti, le forme e le figure dell’aspetto storico-urbanistico nella sua evoluzione temporale. Scopri Ferrara evidenzia, ancora una volta, il ruolo strategico del digitale applicato alla cultura in un momento segnato dalla necessità di trovare un nuovo approccio ai processi tradizionali di produzione creativa.

Read More

Un percorso multimediale per Benedetto XV

Genova celebra Benedetto XV, un Papa genovese per la pace.
 
In occasione del centenario della morte del papa genovese Benedetto XV (21/11/1854 – 22/1/1922) che si distinse per il suo impegno a favore della pace, la città ricorda questo anniversario con un programma tra visite, incontri e musica.
 
Nella sacrestia della Basilica delle Vigne (luogo di battesimo del pontefice) dal 22 al 30 gennaio sarà visitabile un percorso espositivo dedicato, al cui interno si potranno ammirare alcuni doni fatti dal Papa alla sua città natale e un touchscreen con contenuti multimediali per approfondire la sua personalità, la sua vita e il suo ruolo durante il primo conflitto mondiale.

La realizzazione multimediale del percorso è firmata ETT SpA; tra i testi del touchscreen, la sezione Il Papa e la Guerra è stata curata da Antonio Petruzzella, Content Manager di ETT. 

L’iniziativa Benedetto XV, un Papa genovese per la pace si aprirà quindi sabato 22 gennaio alle 17.30 con la celebrazione della messa in basilica

Sempre sabato, alle 18.15 verrà inaugurata la postazione digitale e l’esposizione delle opere donate dal papa, che saranno visibili fino a domenica 30 gennaio con orario 9/19.

Il touchscreen si articola in tre sezioni tematiche. La biografia, racconta le tappe più significative della vita di Benedetto XV (al secolo Giacomo Della Chiesa) con speciali approfondimenti sui suoi ritratti e sui luoghi genovesi legati alla sua figura. Una sezione è dedicata al ruolo di Benedetto XV durante il primo conflitto mondiale, che egli definì l’inutile strage. La posizione di promotore di pace di questo papa emerge con forza dai testi, dalle foto storiche, dalle citazioni estratte dalle sue encicliche e dai suoi scritti. Infine, un focus sui paramenti sacri con ritratti di Benedetto XV in vesti pontificie, oltre a fotografie di dettaglio delle preziose vesti, che indicano nomenclatura, tradizioni, usanze e simbologia degli abiti pontifici.

La sacrestia delle Vigne ospiterà anche un’esposizione temporanea di alcuni preziosi oggetti già conservati in Basilica e donati da papa Benedetto XV alla sua città. Tra questi, antichi testi come il Graduale miniato da un artista genovese nell’ultimo decennio del secolo XV e un Antifonario, anch’esso decorato da un artista genovese dello stesso periodo.

 

Ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti. Obbligo di super green pass e mascherina FFP2.

Read More

ICON esalta il Tempio del Brunello

Interno di Tempio del Brunello a Montalcino

ICON, rivista mensile italiana dedicata a moda, tendenze, stili di vita e motori, edita da Arnoldo Mondadori Editore, ha esaltato le experience di Tempio nel Brunello pubblicando un articolo a firma di Penelope Vaglini.

Tre i musei esperienziali del vino tra Italia e Francia scelti e accostati per il loro impegno verso il territorio e la valorizzazione dei suoi migliori prodotti enologici, tra questi anche Tempio del Brunello presso Montalcino.

Ogni goccia di vino racconta la propria storia in modo personale e sempre differente, poiché sono molteplici i fattori che ne influenzano il gusto. […]  Per raccontare tutte le sfumature che hanno reso grande il vino attraverso i secoli, sono nati dei musei interattivi che, grazie alla tecnologia e ai dispositivi smart, sono in grado di immergere i visitatori in un incredibile universo liquido.

 Per l’articolo completo: 3 musei esperienziali del vino da visitare tra Italia e Francia