Inaugura il Museo Fellini di Rimini

Una sala del Museo Fellini a Rimini

Apre oggi, 19 agosto 2021, a Rimini il  Museo Fellini, il nuovo polo museale diffuso e il più grande progetto espositivo dedicato al genio di Federico Fellini con un ricco calendario di eventi e visite guidate per il pubblico.

La progettazione strutturale e, in particolare, il progetto tecnico di installazioni multimediali ed immersive è stato sviluppato e realizzato grazie al lavoro sinergico di Lancia, Aplomb, ETT, Opera Laboratori, Civita Mostre e Musei e Gruppo Maggioli. Il concept e i contenuti dell’allestimento, invece, sono stati affidati dal Comune di Rimini a un raggruppamento di aziende guidato da Lumiére & Co e di cui fa parte Studio Azzurro.

Sala Museo Fellini
Fellini Museum, una sala

I siti del museo

Considerata la complessità della sua articolazione su tre siti, l’inaugurazione del Museo Fellini non si concentra ed esaurisce in un unico evento, ma si distribuisce come un’esperienza diffusa secondo un programma di iniziative (mostre, concerti, rassegne, convegni, spettacoli) che prosegue per tutto il 2021.

Al termine degli ultimi lavori, previsti per fine ottobre 2021, l’experience sarà fruibile al 100%.

Il complesso allestimento tecnico e immersivo del Fellini Museum si propone di esaltare l’eredità culturale di uno dei più illustri registi della storia del cinema, dando vita a un percorso composito di narrazioni partecipate.

Il vasto polo museale felliniano articola la sua narrazione su tre percorsi espositivi complementari, con rimandi tra spazi indoor e outdoor. Castel Sismondo, la rocca malatestiana del Quattrocento è sviluppato secondo un tracciato che procede per evocazioni di temi fondamentali nell’immaginario e nel cinema felliniano. Palazzo Valloni, un edificio di origine settecentesca, dove ha sede anche il Fulgor, il leggendario cinema immortalato in Amarcord è il luogo in cui le opere, i disegni, gli epistolari, i rapporti e gli scambi professionali di Fellini, fruibili in parte in originale, in parte attraverso repertori digitali trovano la propria collocazione.

Il terzo e ultimo asse che unisce i due edifici è invece Piazza Malatesta, una grande area urbana riqualificata e trasformata in una vera e propria Piazza dei Sogni con porzioni a verde, arene per spettacoli e installazioni artistiche.

Una sala del nuovo Fellini Museum