Read More

Don Gallo e la Città vecchia attraverso un’app multimediale

scritta piazza don gallo tra i visoni di genova

Il progetto Civica “Don Gallo e la città vecchia” – finanziato dalla Compagnia di San Paolo e iniziato in epoca pre-covid – arriva oggi alla sua conclusione grazie alla pubblicazione di una APP multimediale che desidera raccontare come il messaggio del prete di strada sia ancora vivo, nonostante oggi si celebrino i 10 anni dalla scomparsa di Don Andrea Gallo.

L’obiettivo è stato quello di sistemare e valorizzare l’archivio storico Don Andrea Gallo, attraverso lo sviluppo di una APP multimediale – oggi scaricabile sulle piattaforme digitali cercando “Piazza Don Gallo”, perché il messaggio di Don Gallo sia contemporaneo non solo nei contenuti (quello già lo è) ma anche negli strumenti. Per sviluppare la APP multimediale è stato coinvolto un archivista esperto ed è stata realizzata una approfondita analisi del corpus dell’archivio Don Gallo – donato alla Comunità di San Benedetto e gestito dalla Fondazione Ansaldo.

La APP è pensata per chi visita la piazza o per chi si prepara a farlo ed è strutturata su tre tematiche: 

1.“La Piazza di tutti” che contiene informazioni sulla piazza, sulla sua storia e sul giorno in cui è stata intitolata a Don Gallo, note storiche sul quartiere e testimonianze più recenti delle attività che oggi la rendono una piazza viva; 

2. “Don Gallo, prete di strada” è la sezione che narra la storia della vita di Don Andrea Gallo, raccontata attraverso la testimonianza delle persone che gli erano vicine e anche attraverso video e testi scritti da lui; 

3. “Don Gallo siamo noi” vuole invece contribuire a diffondere il suo messaggio attraverso le testimonianze di incontro con tante persone che lo hanno conosciuto, partendo dalla Comunità di San Benedetto per arrivare a scrittori, registi e cantanti.

Il progetto – realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito del Bando Civica – ha visto, nel suo complesso, interventi di rigenerazione e riqualificazione urbana della piazza dedicata a Don Andrea Gallo, attività di progettazione e partecipazione civica attraverso momenti di incontro e condivisione con cittadini e associazioni, animazione territoriale a supporto delle occasioni di incontro in piazza. Grazie a queste iniziative, oggi la piazza si conferma come un luogo vivo, partecipato, amato.

Lo sviluppo della APP ha visto la collaborazione della Comunità di San Benedetto – capofila del progetto – con Fondazione Ansaldo, ETT e Condiviso, Palazzo Ducale e Fondazione Fabrizio de André Onlus.

Read More

Inferno e Purgatorio VR al corner Rai Cinema di Videocittà

Inferno e Purgatorio VR protagonisti del corner di Rai Cinema nella nuova sezione del festival “Agora Expo”

Gazometro (Roma), 06 luglio 2023 – Dal 13 al 16 luglio, in occasione della VI edizione di Videocittà il corto “Inferno” e il nuovo secondo capitolo “Purgatorio” de “La Divina Commedia VR” saranno presentati all’interno del corner di Rai Cinema, per tutte le giornate della kermesse. La produzione ETT del Gruppo SCAI, distribuita da Rai Cinema (disponibile su RaiPlay e Rai Cinema Channel in versione accessibile per non udenti e non vedenti, in collaborazione con Rai Pubblica Utilità), sarà protagonista della nuova sezione del festival Videocittà: “Agorà Expo”, un’inedita area espositiva allestita al piano terra del Gazometro G3.

 

Videocittà è ideato da Francesco Rutelli, con la direzione creativa di Francesco Dobrovich, che esplora le forme più avanzate dell’audiovisivo e dei linguaggi digitali nel contesto culturale nazionale e internazionale. Dopo il successo dello scorso anno, che ha registrato oltre 15.000 mila presenze, il festival troverà il suo cuore pulsante nuovamente nella più grande area di archeologia industriale d’Europa: il Gazometro di Roma. In un’ottica di continuità con la precedente edizione, il tema di quest’anno sarà ancora la Transizione, intesa come processo partecipato, condiviso e basato su scelte pragmatiche e concrete, rendendo il festival anche un veicolo di valori etici e civici.

Con Eni, Main Partner, il contributo di MiC, Regione Lazio, il Comune di Roma e in collaborazione con ANICA, quattro giorni di contaminazioni artistiche tra creazioni immersive, videoarte, talks, live musicali e av performances che disegneranno l’intero complesso per portare il pubblico al centro di un’esperienza collettiva che travalica il mondo reale e sfocia in quello digitale.

 

Nella nuova area “Agora Expo” tra le opere esposte, i cortometraggi in Realtà Virtuale prodotti e distribuiti da Rai Cinema e le creazioni di aziende leader a livello nazionale. Tra questi: “Inferno” e il nuovo capitolo ““La Divina Commedia VR: Il Purgatorio” che recentemente ha conquistato il Best Industry Paper Award all’ottava edizione dell’International XR-Metaverse Conference (Las Vegas)

 

Da un’idea di Adele Magnelli, il corto è scritto e diretto da Federico Basso, su soggetto di Alessandro Cavallaro che ha curato la supervisione scientifica e la selezione dei versi.

 

Il Purgatorio: il cortometraggio, della durata di circa otto minuti e trenta, accompagnato dalla voce dell’attore Francesco Pannofino, permette allo spettatore di vestire i panni del Sommo Poeta e di varcare le soglie del Purgatorio per intraprendere il suo viaggio. Il Purgatorio si manifesta in tutta la sua imponenza: una montagna rocciosa che svetta al centro dell’emisfero australe, nell’oceano. Usciti dall’Inferno, in questo regno è ammesso lo scorrere del tempo: qui si conoscono l’alba e il tramonto, il giorno e la notte, e la luce è declinata in tutte le sue tonalità. Entrato in questo scenario primordiale lo spettatore varcherà in soggettiva, con gli occhi di Dante, la soglia del Purgatorio: una porta nella roccia, custodita da un angelo armato di spada.

La prima cornice è quella dei superbi: anime costrette da enormi massi a guardare dimessamente a terra, là dove sono rappresentate scene di umiltà e di superbia: storie scolpite in altorilievi prodigiosamente animati in un “visibile parlare”. A seguire le pene degli invidiosi, accasciati al suolo con gli occhi cuciti, e i lussuriosi, che avanzano drammaticamente nel fuoco dell’ultima cornice.

Infine, giunti nel Paradiso Terrestre, appare la donna che ha mosso Dante al viaggio attraverso i primi due regni: Beatrice. Si riaccende l’antico fuoco d’amore, seguito dalla promessa dell’ultima tappa, quella del Paradiso Celeste. Dopo un sofferto pentimento, Dante sarà finalmente pronto a estinguere il ricordo di ogni peccato, ormai “puro e disposto a salire a le stelle”.

 

Le ambientazioni sono state interamente modellate, sculptate e dipinte in 3D. Animazione di piante, fuoco ed acqua sono state realizzate sulla base di parametri fisici, facendo interagire nelle simulazioni fino a 100 milioni di particelle. Per quello che riguarda la figura umana, che nel Purgatorio diviene più centrale rispetto all’Inferno, si è optato per l’integrazione in compositing di attori ripresi in green screen in quelle scene che prevedono primi piani in cui si percepiscono il volto e le espressioni. Le scene di folla sono state realizzate riprendendo i movimenti reali di attori (MOCAP: motion capture), e riportando tali movimenti su character 3D. Inoltre, le colonne sonore originali sono firmate da Marco Morini, un’opera che pone particolare attenzione al sound design per arricchire l’esperienza dello spettatore a 360° gradi.

Read More

Inaugura “Per terra e per mare” al Museo Archeologico di Pontecagnano

sala immersiva presso il Museo archeologico di pontecagnano con proiezioni di ETT

Apre al pubblico la mostra “Per terra e per mare. Gli Etruschi di frontiera tra mobilità e integrazione” (30 giugno – 10 dicembre 2023) presso il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano che ricostruisce e documenta la storia dell’insediamento etrusco più meridionale d’Italia.

Il percorso espositivo si sviluppa attraverso quattro sezioni dedicate alle tematiche principalimobilitàforme ideologiche e sistemi di rappresentazione condivisicircolazione di oggettiproduzioni artigianali. La mostra valorizza monili, armi, gioielli e vasi dal IX secolo al III a.C., rappresentando la più grande esposizione a tema realizzata dal museo.

Alla presentazione della mostra, tenutasi  venerdì 30 giugno alle ore 18, ha partecipato Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania.

La narrazione dei temi principali della mostra è anche immersiva, grazie all’utilizzo di tecnologie digitali in uno spazio appositamente allestito, sviluppato nel contesto del progetto ArCCa_DiA – Digitalizzazione e Automazione (POR Campania FESR 2014-2020). La sala immersiva, che racconta l’antica Pontecagnano attraverso ricostruzioni visive e sonore, esplora i temi del viaggio e della mobilità umana, delle idee, dei modelli culturali e delle abilità artigianali. Parte del percorso espositivo permanente del Museo, questa sala arricchisce l’offerta culturale e l’esperienza di visita individuale e collettiva delle collezioni degli ‘”Etruschi di frontiera”.

 

ETT ha realizzato l’allestimento della sala immersiva del museo, che presenta proiezioni su 3 pareti e una proiezione a pavimento.

Le proiezioni sono concentrate su una pannellatura appositamente progettata per uniformare la struttura esistente della sala e creare un ambiente coinvolgente e suggestivo per accogliere i visitatori. 

Per sfruttare appieno le potenzialità dello spazio, è stata scelta una soluzione strutturale in grado di guidare lo sguardo dell’osservatore. Inoltre, la scenografia  permette di ostruire il passaggio della luce, valorizzando ulteriormente le proiezioni.

 

Read More

Il nuovo ledwall di Gruppo ETT: una comunicazione outdoor potente

il ledwall sulla torre ETT a Genova, visibile dall'aeroporto cittadino

ETT si apre alla città e all’aeroporto

La sede ETT a Sestri Ponente, Genova, da oggi ha un nuovo alleato tecnologico che cattura l’attenzione ed eleva la visibilità del gruppo. Sulla Torre di Via Albareto 21 spicca un grande ledwall da esterni 6×3, visibile dalle arterie che collegano la città all’aeroporto, che innova il modo di fare comunicazione, in città, così come in altri luoghi outdoor.

Gruppo ETT ha scelto di innovare la sua comunicazione outdoor con una soluzione versatile che trova applicazioni diverse in settori distinti, trasforma gli spazi in esperienze visive coinvolgenti e dinamiche e crea atmosfere immersive.

 

I Ledwall sono una tra le tecnologie che il Gruppo ETT utilizza per se e per i clienti per innovare il modo di fare comunicazione, in città, nei centri commerciali, showroom, così come in altri luoghi indoor e outdoor.

Una superficie video di grande impatto visivo con una straordinaria qualità, con frame, video, immagini nitide e brillanti in qualsiasi condizione di luce, utilizzabile in qualunque momento del giorno e della notte. Che si tratti di contenuti emozionali, annunci di eventi, orari di apertura, indicazioni di navigazione o notizie in tempo reale, il ledwall può essere facilmente aggiornato per fornire sempre le informazioni più recenti e pertinenti al tuo pubblico.

Read More

ETT Experience: bellezze della natura e meraviglie delle tecnologie

Chi non desidera un’esperienza indimenticabile e coinvolgente tra le bellezza della natura e, al contempo, innovativa e interattiva tra meraviglie della tecnologia moderna? 

Mondi virtuali, passeggiate tra le profondità della roccia o giri immersivi in treno: siete pronti a un’estate tra innovazione tecnologica e meraviglie naturali?

mano con cellulare sony che inquadra un paesaggio boschivo completamente naturale, copertina dell'articolo per le vacanze 2023 dove sono indicate le applicazioni da scaricare di ett

La Cà del Diavol, l’enigmatica torre all’ingresso dell’Orrido di Bellano, è oggi un percorso museale e multimediale che si sviluppa su 3 piani e narra la storia e le origini del territorio bellanese tramite elementi immersivi.

Il visitatore è accolto dal quadro parlante di Sigismondo Boldoni, storico personaggio cittadino, che lo guida anche nella visita del 2° piano, tra immagini e video sonori di approfondimento dell’Orrido e della Pesa Vegia, la rievocazione storica in costume che riporta all’epoca della dominazione spagnola. Il tour giunge al termine con l’esperienza multisensoriale e immersiva della postazione VR e del visore 360.

Un percorso multimediale al confine tra magia e leggenda! Scopri Bellano e scarica l’app di visita per Android e iOS

VR room presso la Torre delle Emozione a Bellano, nella Ca' del Diavol allestita da ETT
stanza nella torre delle emozioni, allestita da ett, con proiezioni sul muro, al centro un libro interattivo sproporzionatamente grande e sulla destra il quadro parlante che accoglie il visitatore

16 sale, 15 postazioni interattive e nuovi filmati: per la nuova sede espositiva del Museo regionale di Scienze naturali Efisio Noussan, nel castello di Saint-Pierre, ETT ha realizzato un percorso espositivo di oltre 1200 mq. Alternando tradizione e modernità, testimonianze del passato e risultati di moderne ricerche, offre al visitatore un viaggio appassionante tra le bellezze culturali e naturalistiche della regione Valle d’Aosta.

Un coinvolgente percorso espositivo per scoprire gli ecosistemi della regione Valle d’Aosta. Scopri di più e visita il sito ufficiale del Museo

persone intorno a un elemento interattivo, parte del percorso espositivo per scoprire gli ecosistemi della regione Valle d’Aosta, realizzato da ett per il museo di scienze naturali efisio noussan
stanza con schermi e riproduzioni di animali di montagna, parte del percorso espositivo per scoprire gli ecosistemi della regione Valle d’Aosta, realizzato da ett per il museo di scienze naturali efisio noussan

Grazie a un intreccio di storie, rumori ed emozioni, l’allestimento museale del Parco Minerario della Valle d’Aosta e della Miniera di Cogne sfrutta audio, video e immagini originali per raccontare in modo multimediale non solo i minerali, ma la storia del luogo e delle persone che lo abitano e lo hanno vissuto.

Un percorso che segue l’estrazione del materiale nel tempo e nello spazio, fino ad approfondire l’esperienza in miniera, i luoghi di lavoro, la durezza della vita in galleria e il viaggio del materiale verso Aosta e la sua trasformazione.

Il visitatore viene stimolato a mettersi nei panni di un minatore: un’esperienza ancora più coinvolgente per la presenza di giochi interattivi e una simulazione in 3D. Grafiche, vetrofanie e pannelli descrittivi supportano le tecnologie immersive utilizzate, come schermi touch, totem e grandi proiezioni.

Consulta il sito del Parco Minerario e della miniera di Cogne e inizia la tua visita

stanza con totem dell'allestimento di ett per il museo del Parco Minerario della Valle d’Aosta e della Miniera di Cogne
stanza con schermi dell'allestimento di ett per il museo del Parco Minerario della Valle d’Aosta e della Miniera di Cogne

In occasione della riapertura della Ferrovia Genova-Casella ETT ha realizzato tre postazioni touch dell’Archivio Ferrovia Genova Casella, parte del Museo Diffuso della Ferrovia site nelle stazioni di Casella, Crocetta D’Orero e Manin. L’applicazione, realizzata da ETT e fruibile in italiano – inglese – tedesco, permette di approfondire le foto e documenti dell’Archivio Ferrovia Genova Casella. Il visitatore potrà scoprire 4 sezioni all’interno dell’applicazione: progetti esecutivi, rotabili e impianti; scopri il territorio; scopri ferrovia e persone; kids. Documenti storici originali (appositamente digitalizzati), foto dell’epoca, mappe storiche, schede tecniche, una sezione gaming dedicata ai più piccoli, i contenuti che i visitatori potranno scoprire nell’applicazione.

Leggi di più sul sito della Ferrovia Genova Casella

una delle 3 postazioni touch realizzate da ett per l’Archivio Ferrovia di Genova a Casella
bambini che giocano con una delle 3 postazioni touch realizzate da ett per l’Archivio Ferrovia di Genova a Casella

Read More

XR Metaverse Conference – Best Industry Paper Award a ETT

Federico Basso, Adele Magnelli e Alessandro Cavallaro sono stati premiati con il Best Paper Award per La Divina Commedia VR, il Purgatorio, un viaggio immersivo

ETT ha vinto il Best Industry Paper Award all’ottava edizione dell’International XR-Metaverse Conference (Las Vegas) con ”La Divina Commedia VR: il Purgatorio, un viaggio immersivo”.

Esplorando scene significative del Purgatorio, La Divina Commedia VR trasporta gli spettatori nel regno del Sommo Poeta. I personaggi e le ambientazioni minuziose, accompagnati da musiche originali e dalla voce di Francesco Pannofino, aspirano a svelare la bellezza e la profondità del Purgatorio dantesco attraverso la lente della tecnologia moderna e a creare un nuovo linguaggio visivo, interattivo e multisensoriale. Lo spettatore si ritrova partecipante attivo, si muove all’interno dello spazio narrativo, esplora l’ambiente e interagisce in prima persona con i personaggi, fino a ritrovarsi profondamente coinvolgo nell’esperienza.

Il cortometraggio in Realtà Virtuale basato sulla seconda cantica del Poema è stato realizzato da ETT e distribuito in esclusiva da Rai sui canali Raiplay e Rai Cinema Channel, così come la prima produzione de L’Inferno.

Read More

Gruppo ETT accompagna la trasizione digitale con il bando TOCC

Gruppo ETT accompagna la transizione digitale
Il Gruppo ETT ha accompagnato con successo 15 organizzazioni culturali e creative nel percorso di transizione digitale, promosso dalla direzione creatività contemporanea del MiC attraverso il bando TOCC.
 

L’incentivo “Transizione ecologica organismi culturali e creativi” (TOCC) promuove l’innovazione e l’eco-design inclusivo, anche in termini di economia circolare, e orienta il pubblico verso comportamenti più responsabili nei confronti dell’ambiente e del clima.

La misura è promossa dal Ministero della Cultura ed è gestita da Invitalia. La dotazione finanziaria è di 20 milioni di euro, prevista dal PNRR.

Più in dettaglio, TOCC rientra nella Missione 1 – Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, Component 3 – Cultura 4.0 (M1C3), Investimento 3.3, Sub-Investimento 3.3.4. del PNRR.

Progetti di allestimenti museali, app, digitalizzazione di archivi e patrimoni storici, valorizzazione territoriale prenderanno vita nei prossimi mesi grazie al lavoro delle aziende del Gruppo ETT.

Read More

Las Vegas – ETT unica realtà italiana alla XR Metaverse Conference

Immagine del monte del Purgatorio estratta dal cortometraggio realizzato da ETT sotto la direzione di Federico Basso e con la voce narrante di Francesco Pannofino, che è proiettato nella nuova sala "Anteo Rai Cinema Spazio Realtà Virtuale", primo spazio in Italia attrezzato per la realtà virtuale, nel Cinema Anteo di Milano

Genova, 28 giugno 2023 – ETT S.p.A, industria creativa e digitale di Genova, è l’unica azienda italiana ammessa all’ottava edizione della International XR-Metaverse Conference, il più importante appuntamento mondiale a mettere a tema lo studio della realtà immersiva organizzato dall’International Association of Immersive Technology Innovation – IAITI, si tiene a Las Vegas dal 28 al 30 giugno. A intervenire sul tema delle tecnologie immersive, il 30, Adele Magnelli, Alessandro Cavallaro e Federico Basso, rispettivamente international project manager, content curator e responsabile delle produzioni video per ETT S.p.A. che presenteranno a un vasto pubblico internazionale “La Divina Commedia VR: Purgatorio, un viaggio immersivo”. Il cortometraggio in Realtà Virtuale basato sulla seconda cantica del Poema è stato realizzato da ETT e distribuito in esclusiva da Rai sui canali Raiplay e Rai Cinema Channel, così come la prima produzione de L’Inferno.

L’International XR Conference riunisce l’industria digitale e il mondo accademico per un confronto attivo sulle tecnologie immersive, focalizzato sui recenti sviluppi della Realtà Aumentata (AR), della Realtà Virtuale (VR), del Metaverso e dell’applicazione dell’AI nella costruzione di spazi virtuali.

Inserendosi in un panel di relatori provenienti da diversi Paesi, Adele Magnelli, Alessandro Cavallaro e Federico Basso approfondiranno gli obiettivi artistici che hanno ispirato la realizzazione dell’opera immersiva, con un progetto che ha l’obiettivo di trasformare l’approccio tradizionale alla letteratura, e più in generale al patrimonio culturale, attraverso un nuovo linguaggio visivo e narrativo.

Il pubblico, infatti, è chiamato a immergersi in un’ambientazione fedele alla descrizione del Poeta e, accompagnato dalla voce dell’attore Francesco Pannofino, a immedesimarsi con il Dante stesso.

L’aspetto innovativo del progetto – ha raccontato Adele Magnelliè connesso da una parte all’aderenza filologica scrupolosa ai versi del Poeta, dall’altra al ricorso a tecnologie che non appaiono solo nella scelta della Realtà virtuale, ma che fanno riferimento alla computergrafica e alla postproduzione supportata dall’Intelligenza artificiale. Tutto ciò con l’obiettivo di un nuovo approccio alla letteratura che allarga i confini del pubblico degli appassionati e amplifica il gusto della fruizione dell’opera. Infatti, grazie alle soluzioni messe a punto da ETT, la produzione assume un valore culturale e didattico inedito che potrebbe portare a una nuova comprensione della Cantica”.

Negli ultimi anni – ha dichiarato da parte sua Giovanni Verreschi, AD di ETT S.p.A. – i mondi della cultura, dell’intrattenimento, della tecnologia hanno subito una profonda trasformazione nelle fasi di produzione, creazione e fruizione. Ciò ha permesso di avvalersi degli ultimi traguardi tecnologici per una nuova dimensione della presenza e dell’immersione del pubblico, conferendo all’audience la sensazione di essere “dentro” la storia raccontata, anche per alcuni contenuti complessi e non immediatamente accessibili come quelli dell’arte, della storia e della letteratura. Realtà aumentata (AR), Realtà virtuale (VR), Intelligenza Artificiale (AI) contribuiscono a evocare emozioni e immaginazioni sconosciute nella narrativa cinematografica classica. Le esperienze offerte dalla Realtà Virtuale, infatti, stanno allargando il campo d’azione tradizionale di designer e registi verso nuovi orizzonti sperimentali. Il linguaggio cinematografico tout court viene inserito in un nuovo contesto definito da uno storytelling immersivo”.

A livello grafico, il Purgatorio si manifesta in tutta la sua imponenza come una montagna rocciosa che svetta al centro dell’emisfero meridionale, nell’oceano. Ponendo particolare attenzione al valore scientifico della ricostruzione del paesaggio e delle immagini, il cortometraggio rispetta una corretta trasposizione del testo originale di Dante e allo stesso tempo presenta una nuova e creativa interpretazione visiva del Purgatorio basata sulla lettura filologica delle terzine.

Focalizzandosi sulla potenza delle immagini come medium comunicativo, Adele Magnelli racconterà l’origine del progetto evidenziando come per ETT il dialogo tra tecnologia e creatività sia un elemento decisivo per lo sviluppo di realtà immersive. Attraverso la creazione di un senso di presenza totalizzante, “La Divina Commedia VR” avvicina in modo nuovo lo spettatore all’opera dantesca regalando un viaggio sensoriale nel mondo del Purgatorio, fino al Paradiso Terrestre. La proposta di ETT non intende, d’altra parte, proporsi come sostituto alla lettura o all’apprendimento tradizionale, ma inaugurare nuovi campi di sperimentazione e aprire la strada all’integrazione della tradizione cinematografica con nuovi metodi di narrazione in grado di combinare l’immersione fisica e un coinvolgimento emotivo più profondo.

Come spiegherà Adele Magnelli all’International XR-Metaverse Conference, nel campo della ricerca sui beni culturali è diffusa l’opinione che l’uso della Mixed Reality, ovvero la realtà che permette di fondere l’ambiente reale con quello virtuale, abbia consentito di ridisegnare la proposta di servizi e creare esperienze uniche di apprendimento e intrattenimento. La combinazione di tecnologia avanzata e storytelling innovativo può, infatti, aumentare la presenza e la partecipazione dei visitatori. A Las Vegas, Adele Magnelli porterà all’attenzione del pubblico americano un progetto che non si limita, dunque, ad innovare l’esperienza di partecipazione artistica e culturale, ma anche formativa.

Read More

Sabato 24 il taglio del nastro per l’Ocean Live Park di Ocean Race The Grand Finale di Genova

ocean live park di genova - il 24 giugno l'inaugurazione

Genova è pronta a festeggiare l’arrivo di The Ocean Race, lo spettacolare giro del mondo a vela che per la prima volta nella storia approda in Italia. Sabato (ore 10) si aprirà ufficialmente l’Ocean Live Park, allestito sulle aree del nuovo Waterfront di Levante. Là dove il mare ha riconquistato spazi grazie alla visione dell’architetto Renzo Piano, sorgerà un villaggio ricco di attività ed esperienze tra vela, sport, arte, innovazione, sostenibilità, spettacoli e intrattenimento. L’ingresso sarà gratuito, da sabato 24 giugno a domenica 2 luglio, dalle ore 10 alle 22.

Ospitare la tappa finale di The Ocean Race a Genova è un’incredibile opportunità di promozione, occasione per portare nel mondo il nome della nostra città”, sottolinea Marco Bucci, Sindaco di Genova. “Saranno centinaia di migliaia gli appassionati, ma non solo, che in tutto il mondo seguiranno il Grand Finale di una competizione che mette al centro il mare e la sostenibilità. È il primo grande evento in un’area della nostra città in via di rinnovo grazie a uno straordinario progetto di rigenerazione urbana: un evento di calibro internazionale che avrà un grande ritorno sia diretto che indiretto sulla città. Sarà un grande successo”.

Apertura ufficiale sabato prossimo alle ore 10 con il taglio del nastro, accompagnati dalle note della Marching Band. Il pubblico potrà subito provare le numerose attività, da laboratori ed esperienze immersive nel Padigione della Sostenibilità (dove sarà disponibile anche l’annullo del francobollo dedicato al Grand Finale) alle prove sportive nell’area Genova 2024 in varie discipline. Spazio anche agli “e-sports” nel Padiglione Jean Nouvel con quattro postazioni e-sailing, tre dedicate a Play Station FIFA 2023, Nintendo (Mario Kart e altro) e un simulatore per provare l’ebrezza della guida sportiva. Nella giornata di apertura sarà varato anche Northern Light, primo monotipo a vela interamente riciclabile, e inaugurato l’Innovation Village con nove soluzioni tecnologiche che puntano alla sostenibilità e all’inclusione tutte da provare.

Da sabato – spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti Genova, con l’Ocean Live Park, diventerà non soltanto la capitale mondiale della vela ma ospiterà un calendario ricco di eventi e attività per venire incontro agli appassionati del settore e a chi vorrà provare tutti gli altri sport, divertirsi con i concerti e gli spettacoli oltreché dilettarsi con esperienze legate all’innovazione e alla sostenibilità. Genova sarà il cuore pulsante di tutta la Liguria, accogliendo anche i turisti che arriveranno in migliaia per assistere al Gran Finale, un vero e proprio happening che ancora una volta dimostra come la nostra regione abbia costruito un turismo non legato unicamente all’estate e al mare, ma anche ai grandi eventi che dopo la pandemia stanno portando moltissime persone a conoscere la nostra bellissima Liguria. All’interno del Village, Regione sarà presente con un padiglione legato alle sue eccellenze, capaci in questi anni di allargare non solo l’offerta turistica ma anche promuovere il territorio insieme alla nostra industria, ricerca e innovazione”.

Sarà possibile immergersi nelle emozioni che le barche hanno vissuto nel giro del mondo grazie alla Camera Immersiva sviluppata da ETT. 

Tante le attività dedicate ai bambini e alle famiglie, dalla prova del simulatore di guida presso lo stand dell’Automobile Club Genova, ai laboratori sul mare e la sostenibilità. 

Sul palco ruoteranno numerosi eventi: la BeatBox Battle European Contest, il concerto dei Buio Pesto, Dj set, lo spettacolo Talenti al quadrato, la premiazione della Regata dei Municipi, lo spettacolo Polene “Gli Occhi del Mare”, lo Street Workout e lo spettacolo teatrale “Un mare senza plastica – L’eco musical”. E ancora la gara di pittura rivolta a tutti gli Istituti artistici e la finale del Campionato Mondiale del Pesto con i vincitori delle tappe di Alicante, Cape Town, Itajaì, Newport, Aahrus e L’Aja. 

Il programma completo è online su https://theoceanracegenova.com/programma-1 
 
Nel padiglione della sostenibilità di Genova saranno in mostra i lavori prodotti da alcune scuole grazie al “Learning Program”, ma anche i lavori dei Centri Servizi Famiglie e le “produzioni” dei Centri Educazione al Lavoro del Comune di Genova. Elaborati all’insegna della sostenibilità sociale, ambientale e dell’economia circolare. Due le mascotte che accoglieranno i più piccoli: Wisdom, il gabbiano di The Ocean Race, e Lupo di Mare, simbolo di Genova The Grand Finale. La One Blue Voice Immersive Experience porterà i visitatori in un viaggio sotto le onde alla scoperta della corsa che protegge l’oceano e sarà possibile firmare anche la petizione a favore degli Oceani.

Nel segno della sostenibilità è stato varato un sistema di mobilità che incentiverà l’utilizzo dei mezzi pubblici e collettivi – treno, bus e taxi – per raggiungere l’Ocean Live Park con navette gratuite dalla Stazione Brignole e dal Porto Antico ogni 10/15 minuti.

Folta la “squadra” di patrocinatori, partner istituzionali e sponsor che hanno reso possibile questo evento: Ministero per lo Sport e i Giovani, Enit, Ministero del Turismo, ICE, Marina Militare, Regione Liguria, Camera di Commercio di Genova, Ports of Genova, Confindustria Genova, MSC Foundation, Blue District, CONI, FIV, Ussi. Co-organizzatore: Porto Antico. Partner: Iren. Sponsor: Free To X, Banca Passadore, Boero YachtCoating, Amico &CO, Rina, Fincantieri, Deloitte. Supporter: Ett, Esselunga, Esaote, Ferrovie dello Stato Italiane, Socrem, Movyon, Telepass, Fastweb, Netafim, Costa Edutainment – Acquario di Genova, Fabbricadigitale, Sanlorenzo Yacht, Ignazio Messina & C., Leonardo, Vernazza Autogru, Tim. Sponsor del Programma Volontari: Siat Assicurazioni. Sponsor della In Port Race: WeBuild. Friends of Genova The Grand Finale: Grimaldi Lines, Ranieri Tonissi, Enel, Sirce, Pirelli, Henoto, ANCE, Wind Tre, Psa Italy, Gruppo Spinelli,  Finsea, Genova For Yachting, Edil Due, Mussini Giorgio Portofino, Preti dolciaria, Italmatch Chemicals, Generali Conserve Asdomar, Villa Montallegro, Paul Wurth, Ita Airways, Grimaldi Holding, Resolfin, Fratelli Cosulich, Pesto Sea Group, Alfa Laval, Oceanbird, Fuori Muro, Nuovo Borgo Terminal Container, Duferco, Star Marcevaggi, Gruppo Viziano, SGM Mercato, Cosme, My Sport, Villa Costruzioni, Attilio Carmagnani, AGN Energia, Costa Crociere, Amer Yachts.

Read More

ETT e la postazione di RAI Italia al MEI di Genova

La nuova installazione realizzata da ETT con i contenuti di Rai cinema ospitata al MEI museo dell'emigrazione italiana a Genova

ETT arricchisce il MEI Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana di Genova di “Cervelli in rete”, una nuova postazione studiata con RAI Italia nella sala dedicata alle migrazioni contemporanee, vero e proprio progetto di design multimediale. La nuova sezione del Museo si configura come una sagoma di legno lavorata a pantografo per suggerire la forma di un cervello sulla quale viene proiettato uno show multimediale di grande impatto grafico ed emotivo.

Obiettivo dell’opera quello di valorizzare, evocando le opere d’ingegno degli italiani all’estero, la convenzione tra il Museo e RAI Italia, il canale che promuove la lingua e la cultura italiana nelle Americhe, in Asia e Australia, avvalendosi della fitta rete di connessioni che caratterizza la comunità dei nostri connazionali nel mondo.

 

Giovanni Verreschi, ceo di ETT SPA ha dichiarato”‘Cervelli in rete’ costituisce un’altra tappa del cammino di ETT all’interno del MEI, il museo dedicato all’emigrazione riconosciuto non solo in Italia ma a livello internazionale. Dopo la collaborazione in occasione dell’apertura del MEI e l’impegno con la sezione dedicata allo sport, ci siamo coinvolti in questa nuova avventura, consapevoli che il racconto iniziato un anno fa poteva proseguire assumendo una nuova chiave di lettura del fenomeno migratorio facendo leva sul materiale documentario messo a disposizione da RAI Italia. Ancora una volta al centro della narrazione è stata collocata la figura umana, raffigurata nei volti e nelle espressioni indelebili delle generazioni che hanno rappresentato l’Italia all’estero. Possiamo dire – ha sottolineato Verreschi – che ETT ha fatto sua una sfida in prima battuta culturale, consapevole che le nuove tecnologie possono confluire in un mix espressivo in grado di cogliere lati inediti di una storia, quella dell’emigrazione, a partire dalla seconda metà dell’800. Hardware, software e design, infatti, sono stati declinati secondo un registro unico per restituire il senso dell’umanità che si è trovata a lasciare il territorio di origine in cerca di nuove storie di vita”.

 

ETT ha realizzato e ingegnerizzato il progetto armonizzando elementi di arredo, hardware e software.

Intorno alla sagoma del cervello un led dinamico pulsa al ritmo del respiro umano, dando suggestivamente vita all’installazione che è stata pensata come una dotazione permanente a servizio della valorizzazione del patrimonio immateriale dell’emigrazione contemporanea. La gestione del video player sulla rete internet del museo, infatti, consente l’agile sostituzione dei contenuti della videoproiezione, qualora in futuro si volesse cambiare o arricchire il contenuto, magari proponendo una rotazione dei numerosi materiali RAI a disposizione.

A completamento del progetto, è stata installata una grafica adesiva che suggerisce la sagoma di un volto e un pannello esplicativo con un QR code che porta il visitatore ad esplorare le pagine di RAI Italia.

 

Il soggetto del video è ispirato alla moltitudine di storie, di persone, di professioni e di connessioni che il materiale RAI ha consegnato al MEI.

In prima istanza si presentano i numeri dell’emigrazione degli ultimi anni e le persone sono presentate come una moltitudine di punti che si raccoglie in comunità. Poi i punti acquisiscono un volto e la moltitudine si trasforma in una rete in continua espansione. In questo viaggio dal generale al particolare, non possono mancare gli affondi sulla vita, le storie e l’ingegno di persone eccezionali e delle loro storie.