Read More

Inaugurazione del MOA di Accadia: tra presente e futuro

Inaugurato questa mattina ad Accadia il Museo delle Origini (MOA) all’interno di Palazzo Di Stefano (ex Carcere mandamentale), alla presenza delle autorità alla fine di Via Borgo e proprio dinanzi a quella Piazza della Torre dell’Orologio che introduce al Rione Fossi, scelto come Borgo Pilota per il progetto di rigenerazione culturale sociale ed economico finanziato con venti milioni di euro a valere sul PNRR.

L’intervento di ristrutturazione, recupero funzionale e nuovo allestimento di Palazzo De Stefano è la realizzazione di un progetto che è stato finanziato per Euro 1.1150.000,00 nel 2017 a valere sul FSC 2007-2013 poi acquisito a coerenza con il FESR del POR 2014-2020. Il progetto iniziale prevedeva la realizzazione di un museo multimediale sull’illusionismo e la magia, che tuttavia non aveva visto la partenza per alcuni anni dopo il suo finanziamento, per i ritardi che la precedente amministrazione aveva accumulato nella fase di avvio della progettazione tecnica e del cantiere.

Nel frattempo, il Comune di Accadia è stato prescelto per un progetto strategico di ampia portata che sta già investendo il Borgo “Rione Fossi”; rispetto a questo, il progetto di Palazzo Di Stefano ha acquisito una rinnovata importanza e una valenza strategica, con la riprogettazione complessiva del sito che ha acquisito la veste di un Museo archeologico e civico e che, oggi, costituisce il biglietto da visita per l’intero Rione Fossi. Raccogliere nello stesso immobile sculture e reperti archeologici fin qui presenti in diversi immobili comunali, consente, ad esempio, che di qui a breve il Palazzo Vassalli, situato proprio di fronte al nuovo museo e che già al primo piano ha beneficiato di un importante restyling per ospitare la Community Library (altro finanziamento di Regione Puglia per circa 650.000,00 euro a valere sul POR 2014-2020), potrà beneficiare di un secondo intervento di ristrutturazione che riguarderà tutto il piano terra, destinato ad ospitare la Casa delle Associazioni e laboratori culturali e musicali.

Il nuovissimo MOA – Museo delle Origini di Accadia si pone come un autentico ponte tra presente e futuro, non solo perché consente questa redistribuzione di spazi e perché accresce l’offerta culturale di Accadia con un museo archeologico di grande interesse e con la possibilità di liberare altri spazi per nuove destinazioni culturali, ma perché lo stesso allestimento è un ponte tra antichità e futuro, grazie alle nuove tecnologie degli allestimenti progettati e realizzati, in collaborazione con Space S.p.A., da ETT S.p.A., leader in Italia ed in Europa per experience design con innovativi allestimenti immersivi e soluzioni capaci di attrarre nuovi pubblici ed offrire esperienze di fruizione assai più attrattive e complete, ricche di storia, di arte, di cultura.

È davvero una grande soddisfazione per la Regione che mi onoro di rappresentare in questa sede – ha dichiarato Raffaele Piemontese, VicePresidente della Giunta Regionale e Assessore al Bilancio e alla Programmazione – inaugurare oggi questo luogo di cultura, un contenitore di storia e simbolo di rinascita per Rione Fossi e per l’intera cittadina di Accadia, perché se cresce l’offerta culturale e l’attrattività di un territorio è più facile scommettere sul futuro, generare nuova economia connessa alla bellezza e alla vivibilità di questi luoghi e quindi scommettere anche su un ripopolamento di questi piccoli centri, sempre più capaci di offrire una elevata qualità della vita e una reale alternativa alla vita di città senza dover rinunciare a molte dimensioni di benessere per il proprio lavoro e per la vita della propria famiglia. Oggi Accadia è il simbolo della ripartenza dell’intera Area dei Monti Dauni”.

La scelta di avere scommesso su un allestimento innovativo per il nostro Museo delle Origini negli ambienti di Palazzo DI Stefano – ha dichiarato il Sindaco del Comune di Accadia, Agostino De Paolis – consente di riallestire l’interessante collezione di reperti archeologici che erano già presenti al piano terra di Palazzo Vassalli e di concentrare in un unico luogo anche pezzi importanti come la Dea Madre, fino ad oggi posizionata nell’atrio del palazzo municipale, che quindi ritrova una collocazione consona per una scultura che ha una grande valenza simbolica per la storia e per l’identità di Accadia. Per l’intera comunità accadiese oggi simbolicamente comincia la nuova sfida di ripopolare e rianimare il Rione Fossi, come nuovo centro della rinascita culturale turistica ed economica di Accadia. E che sia di buon auspicio per tutti i Comuni dei Monti Dauni”.

Giovanni Verreschi, Amministratore Delegato di ETT S.p.A., azienda del Gruppo SCAI che, in collaborazione con Space S.p.A., ha realizzato il percorso espositivo, ha dichiarato: “Ci siamo messi volentieri a disposizione del Comune di Accadia, con il supporto delle realtà locali, per sviluppare il progetto del nuovo Museo delle Origini, parte di un più ampio quadro di rivitalizzazione del Rione Fossi nell’ambito delle opportunità generate dal PNRR. La tecnologia, infatti, in questo contesto è considerata strumento di elezione per restituire leggibilità alla storia locale, non solo per attirare un pubblico turistico oggi molto propenso ad approfondire i contenuti attraverso la multimedialità, ma anche in chiave di servizio a chi abita il territorio, supportando e accrescendo il valore identitario. Archeologia e storia locale, attraverso lo storytelling e i nuovi linguaggi digitali, prendono vita e riescono a coinvolgere il visitatore in un racconto che, accompagnato dalle testimonianze dei reperti e delle memorie locali, utilizza la chiave emozionale per veicolare i contenuti in modo inclusivo e adatto al pubblico di ogni età”.

Read More

Più Libri Più Liberi con ETT e GruppoMeta

Il 6 dicembre a Roma torna Più Libri Più Liberi. GruppoMeta, sponsor tecnico della manifestazione, realizza l’app ufficiale. Il 6 alle ore 14 l’evento ETT-GruppoMeta sulle nuove forntiere dell’edutainment.

Dal 6 al 10 dicembre torna Più libri più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE) e si svolge a Roma nel mese di dicembre. Dal 2017, la manifestazione si tiene presso il nuovo centro congressi della capitale, La Nuvola, progettata dall’archistar Massimiliano Fuksas. Più libri è la prima fiera italiana dedicata esclusivamente all’editoria indipendente.

GruppoMeta, sponsor tecnico della manifestazione, ha sviluppato l’app ufficiale disponibile gratuitamente sugli store iOS e Android. Filo conduttore di questa 22° edizione è “Nomi cose città animali. Saranno presenti 594 espositori e verranno organizzati oltre 600 appuntamenti in calendario curati dalla scrittrice Chiara Valerio.

 

Il 6 dicembre alle 14.00, nella sala Elettra si terrà lo speech di Sam Habibi MinelliAdele Magnelli e Alessandro Cavallaro “VR e Intelligenza Artificiale protagoniste a scuola, al cinema e nell’universo dei lettori”

 

Il mondo dell’edutainment sta vivendo una profonda trasformazione produttiva, creativa e di fruizione. Realtà Virtuale, videogiochi, intelligenza artificiale ampliano le modalità di accesso ai contenuti coinvolgendo lettori, studenti, docenti, autori in vere e proprie esperienze di studio, visione e scoperta. Durante l’incontro ripercorreremo le tappe di questa trasformazione e ci immergeremo nel mondo di Dante con ‘La Divina Commedia VR – Purgatorio’ attraverso la voce di Francesco Pannofino.

 

Vedi i dettagli sul sito: https://plpl.it/event/nuove-frontiere-delledutainment/

Read More

VR Story: Adriano Olivetti con gli occhi del futuro

Venerdì 1 dicembre alle ore 11 nell’Aula Magna dell’istituto Cena di Ivrea sarà presentato ufficialmente l’esito del progetto didattico “VR Story: Adriano Olivetti con gli occhi del futuro”. Un cortometraggio in Realtà Virtuale realizzato da ETT della durata di cinque minuti che punta a promuovere la storia del territorio d’Ivrea. Una giornata che si svolgerà nel Metaverso di Spatial dove si potrà interagire con gli altri utenti presenti nell’ambiente virtuale attraverso un avatar.

“VR Story: Adriano Olivetti con gli occhi del futuro” ha come soggetto la storia di Olivetti attraverso la combinazione di due soluzioni tecnologiche diverse: la cinematic VR (riprese live a 360°) e la CGI (Computer Generated Imagery: ricostruzione in computer grafica). È lo stesso Adriano Olivetti, con la voce di un giovanissimo studente, a parlare in prima persona e a raccontare di sé e della storia dell’azienda. Lo spettatore si immerge in un viaggio che dalle vicende del passato lo porterà alla contemporaneità, raccontato attraverso un volo a 360° sulla città d’Ivrea, grazie a riprese live con drone e un’apposita camera VR. 

Il cortometraggio è da inquadrare all’interno di un percorso didattico e laboratoriale di educazione alle immagini rivolto ai giovani studenti dell’Istituto Cena e dell’Istituto Pavone con l’obiettivo è di sensibilizzare i ragazzi al valore del patrimonio comune d’immagini e immaginazione, ma anche a divulgare la conoscenza di ambiti e settori spesso poco conosciuti, favorendo anche un virtuoso percorso di formazione professionale.

Read More

Fiera dei Fondi 2023 – ETT e il caso Riello

Fiera dei Fondi 2023: si è tenuto oggi 30 novembre 2023 l’evento organizzato da Piccola Industria Unione Industriali Torino con AIFI e Borsa Italiana, che mira a far conoscere alle imprese le opportunità di crescita offerte dalla finanza straordinaria. 

Oltre 200 partecipanti tra imprenditori e manager delle aziende associate di tutti i settori si sono riuniti per conoscersi e presentare la finanza straordinaria, in particolare, per approfondire la possibilità di ricorrere al mercato dei capitali di debito e di equity come leva al sostegno dei propri progetti di crescita e sviluppo, anche tramite operazioni esterne.

Dopo il panel di introduzione, anche Giorgio Genta di ETT è intervenuto con il racconto della Success story Riello investimenti. Per questo caso di successo, Riello è stato recentemente tra i vincitori della sesta edizione del Private Debt Award per la categoria Sviluppo, premio promosso da AIFI e Deloitte con la collaborazione di EconomyMagazine e Il Sole 24 ore.

Read More

Chronos. L’impronta dell’uomo e l’Antropocene in Liguria

Dal 25 novembre 2023 la Sala Liguria di Palazzo Ducale a Genova presenta CHRONOS, L’impronta dell’uomo e l’Antropocene in Liguria, mostra organizzata da Università degli Studi di Genova in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Liguria, Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e Associazione Clarence Bicknell.

La mostra intende ripercorrere, lungo il filo temporale della storia, il susseguirsi delle principali “rivoluzioni”, da quella neolitica fino al boom economico post-bellico (che viene considerato l’inizio dell’Antropocene), che hanno trasformato la Liguria ed il suo mare.

La mostra offre l’opportunità di incontrare i personaggi che hanno fatto la storia dell’esplorazione del territorio (Lorenzo Pareto, Don Niccolò Morelli, Prof. Arturo Issell, Clarence Bicknell), alcuni dei quali, “riportati in vita” dall’intelligenza artificiale, narreranno in prima persona le scoperte e le ricerche a cui hanno dedicato la loro vita di studiosi.

Si potranno, inoltre, ripercorrere, grazie alla disponibilità di reperti e fonti di archivio dell’Università degli Studi di Genova, le principali tappe attraverso le quali, a partire da semplici strumenti di pietra, l’uomo ha potuto trasformare così profondamente l’ambiente ligure.

Grazie all’intelligenza artificiale, ETT ha riportato in vita gli studiosi Arturo Issell e Clarence Bicknell. I loro talking avatar sono generati tramite software di AI generativa che hanno consentito la creazione di foto realistiche, poi associate a tecniche di face animation basate su processi di motion capture che ne hanno consentito l’animazione. I due avatar parlanti sono poi stati integrati all’interno di un video realizzato sempre da ETT proiettato nella sala, che include anche immagini HR di oggetti esposti e di frottage realizzati da Bicknell.

Dal 25 novembre 2023 al 7 gennaio 2024
Sala Liguria di Palazzo Ducale, p.zza Matteotti, Genova

Ingresso gratuito

 

Read More

ETT al convegno Conoscere, gestire e valorizzare i beni culturali

L’Italia è depositaria del più straordinario patrimonio al mondo di beni culturali edificati, tra palazzi storici, edifici di culto, siti archeologici, complessi monumentali, musei, gallerie, arredo urbano, ecc., concentrati nei centri urbani o diffusi sul territorio. A quasi venti anni dall’emanazione del Codice dei beni culturali, tuttavia, i principi ed i contenuti innovativi in esso presenti, specie in tema di gestione dei servizi, non hanno ancora trovato adeguato e diffuso recepimento. Ad una limitatezza delle risorse economiche disponibili nella gestione dei beni culturali si lega anche un deficit in termini di approcci e competenze di tipo tecnico-manageriale. A tali condizioni si sono associate frequenti cronache di degrado e inadeguata fruibilità dei beni, determinando nel complesso un quadro di criticità che in quest’ultimo decennio ha spinto ad intervenire a livello centrale con una serie di importanti provvedimenti ed iniziative settoriali (dalla riforma del MiC, al “mecenatismo culturale”, fino alla semplificazione di procedure amministrativo-burocratiche e all’innovazione in senso manageriale di taluni ambiti di competenze). A fronte di queste criticità settoriali, emerge sempre più il ruolo fondamentale che può rivestire la filiera dei servizi integrati di Facility Management a supporto del funzionamento, della fruizione e della valorizzazione dei beni culturali. Nello specifico, tutti quei servizi espressamente rivolti al pubblico dei visitatori/utenti (informazione e accoglienza, call & contact center, biglietteria e prenotazioni, guida e assistenza didattica, new media digitali, organizzazione eventi e mostre, promozione e comunicazione, editoria, bookshop, caffetteria e ristorazione, logistica, ecc.) e ai beni culturali edificati (manutenzione, energy management, pulizie e igiene ambientale, gestione degli spazi, security, ecc.). In questo quadro, il Convegno intende fornire un importante contributo a livello di conoscenza, confronto e presentazione di esperienze rispetto al tema del supporto strategico che possono offrire i servizi di Facility Management per la gestione integrata dei beni culturali, favorendone sempre più adeguate condizioni di funzionamento, fruizione e valorizzazione, finalmente commisurate all’importanza di questo inestimabile patrimonio di cui è depositario il nostro Paese.

Appuntamento il 05 dicembre 2023, ore 9.30-14, a  Palazzo Merulana, Roma.

Adele Magnelli, International Project Manager di ETT, porterà all’attenzione l’esperienza di ETT in ambito di strumenti, servizi e tecnologie per i beni culturali.

Read More

La scienza e l’arte – ETT al 21° premio Piazzano 2023

Nella mattinata di sabato 25 novembre la sala dell’Arengo del Broletto di Novara ha ospitato la ventunesima edizione del Premio Piazzano, riconoscimento destinato al giornalista che più si è distinto nella divulgazione scientifica. Il vincitore di quest’anno è Giuseppe Remuzzi, direttore generale dell’istituto farmacologico Mario Negri di Milano e Bergamo. 

La premiazione è avvenuta nell’ambito di un altro evento tradizionale, quello legato a un convegno di carattere nazionale dal titolo “La scienza e l’arte” a cui ha preso parte anche ETT. Manuela Serando, Content Specialist, e Matteo Ventrella, CTO di ETT, hanno presentato la mostra creata su Spatial, Meta Effect, e il progetto di accessibilità realizzato in collaborazione con l’Università degli studi di Genova, Sense

Durante la mattinata sono intervenuti anche il capo redattore di “SuperQuark” Paolo Magliocco, Marco Rizzi, preside del Dipartimento di Scienze religiose dell’Università Cattolica e il direttore de “La scienza in rete” Luca Carra.

Read More

Torino Film Industry

Dopo il successo della seconda edizione (800 partecipanti, il doppio rispetto all’anno precedente – e 500 incontri one-to-one durante i 5 giorni di manifestazione), torna online TFI Torino Film Industry durante i giorni del Torino Film festival. Sviluppato da Film Commission Torino Piemonte, il progetto TFI Torino Film Industry è patrocinato dal Museo Nazionale del Cinema, dalla Regione Piemonte e dalla Città di Torino con il sostegno della Compagnia di San Paolo ed è aperto a tutti gli operatori dell’audiovisivo nazionali e internazionali e ai professionisti del settore. 
 
Il 26 novembre dalle 14 presso Il Circolo dei lettori (Via Bogino,9) a onLive Campus, nell’ambito del Torino Film Industry si terrà il talk Il VR come nuova frontiera.
 

Federico Basso – Regista, direttore creativo produzioni video ETT – Gruppo SCAI in dialogo con Simone Arcagni – Direttore scientifico onLive Campus

Il VR si sta imponendo non solo come nuova frontiera nella fruizione cine-audiovisiva, ma anche come vero e proprio linguaggio innovativo, a sé stante, caratterizzato da una propria identità formale e da codici narrativi emblematici. A partire da questo contesto, all’interno della produzione in VR convivono non solo potenti valori aggiunti, quali l’immersività e la visione dinamica/interattiva, ma anche vincoli non trascurabili in termini di produzione dell’immagine.

Il VR, infatti, rivoluziona completamente l’impostazione del set, che non è più un ambiente bipartito, in cui la macchina da presa costituisce la linea di confine fra scena e area tecnica, ma diventa un campo univoco a 360 gradi; che dunque deve essere libero, “ripulito” da tutti gli strumenti di fotografia che nel cinema tradizionale concorrono alla qualità dell’immagine. Posizionamento delle luci e dei pannelli riflettenti, l’utilizzo delle macchine per la movimentazione della camera, la stessa collocazione della postazione di regia: tutti aspetti che nella produzione cine-audiovisiva consueta sono ampiamente codificati e di gestione sistematica; ma che, all’opposto, nel VR pongono una serie di problemi e interrogativi su cui focalizzarsi caso per caso, set dopo set. 

Al tempo stesso, il VR consente una versatilità narrativa per certi versi inedita e in tuttora piuttosto insondata, che certamente ben si applica alla documentazione della realtà; ma invita a nuove sfide e obiettivi, guardando con suggestione anche all’ambito fiction.

Il panel sarà occasione di confronto su questo e altro, portando all’attenzione della platea alcune case histories dalle ultime produzioni VR di ETT, azienda leader di settore già riconosciuta sia per i contenuti immersivi in ambito museale, sia per le produzioni fiction quali “Il Purgatorio in VR”. 

Lo stesso 26 novembre dalle 16 si terrà il talk Tecnologie emergenti. Giorgio Genta di ETT parteciperà al panel con la Casa delle Tecnologie emergenti di Torino, dove il dialogo sui concentrerà su metaverso, IA, XR e nuove strategie di gamification.

Read More

PMI Day 2023: gli studenti incontrano ETT

Venerdì 17 novembre si svolgerà la Quattordicesima Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese (PMI DAY), l’iniziativa organizzata da Piccola Industria, in collaborazione con Confindustria e tutte le Associazioni del Sistema, per far conoscere alle nuove generazioni il mondo dell’impresa e le sue opportunità attraverso incontri e visite guidate nelle nostre aziende associate.

In contemporanea con tutte le imprese associate del Sistema Confindustria che hanno dato disponibilità ad ospitare classi di studenti del territorio, ETT ha invitato ragazzi e ragazze della scuole secondarie superiori a una mattinata di incontro e di approfondimento della cultura d’impresa.

Il tema di questa edizione 2023 è la Libertà. Libertà quale valore fondante di una società. Libertà come leva per la ricerca, l’innovazione e la crescita economica. Libertà intesa come possibilità per i giovani di scegliere e di costruire il loro futuro, mantenendo la propria unicità e di sviluppare, attraverso lo studio, le competenze che li guideranno verso un percorso di successo e di soddisfazione.

L’iniziativa ha ricevuto i patrocini del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del Ministero dell’Istruzione e del Merito e della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ed è inserita nella Settimana della Cultura d’Impresa organizzata da Confindustria e nella Settimana europea delle Pmi promossa dalla Commissione Europea.

Read More

ETT all’Invitalia Innovation Roadshow

ETT è stata invitata a presenziare alla VI tappa dell’Invitalia Innovation Roadshow organizzata in collaborazione con il Ministero delle Imprese e del Made in Italy – MIMIT e supportato dalla Casa delle Tecnologie Emergenti di Roma.

Il focus sarà lo sviluppo sostenibile e i finanziamenti alle imprese. La giornata si articolerà in momenti diversi di approfondimento. Durante la mattinata verrà inaugurato il nuovo format per l’edizione 2024 del roadshow con un momento incentrato sul matching tra imprese e investitori.

Seguirà la presentazione e il lancio del portale delle CTE , mentre, nel pomeriggio sono previste due sessioni parallele, una per le Imprese con incontri b2b con investitori e una per le CTE con attività dedicate di networking.

A partire dalle 14.30 Giorgio Genta per ETT, in particolare, seguirà la prima sessione di design thinking promossa da META durante la tappa di Prato e successivamente parteciperà a una visita guidata di Roma. 

Per partecipare: link di iscrizione alla IV tappa dell’Invitalia Innovation Roadshow