Un accordo quadro interregionale per la trasformazione digitale

Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta hanno sottoscritto un accordo quadro di collaborazione per una strategia condivisa di trasformazione digitale. Le tre Regioni proseguono così un percorso già iniziato che porterà nei prossimi 5 anni a condividere esperienze e buone pratiche in tema di innovazione digitale e di sperimentazioni sui servizi rivolti a cittadini e imprese.

Dalle infrastrutture alle soluzioni tecnologiche, l’accordo permetterà di potenziare e innovare i servizi, un fattore che risulta di particolare importanza in questa fase di emergenza. Inoltre, l’innovazione si tradurrà in un ammodernamento del funzionamento del sistema pubblico e delle sue relazioni con il territorio.

Per attuare gli interventi, le tre Regioni fanno affidamento alle rispettive società in house (IN.VA. per la Valle d’Aosta insieme a Liguria Digitale e CSI-Piemonte). Dopo aver definito una strategia comune sull’innovazione, verranno decisi i diversi piani attuativi di singoli progetti. È previsto anche un comitato di pilotaggio composto da due rappresentanti designati da ciascuna regione. L’intesa è in linea con le agende digitali a livello nazionale ed europeo, dalla strategia “Europa 2020” a quella macro-regionale alpina EUSALP di cooperazione transfrontaliera, ed il Cad, il Codice dell’amministrazione digitale attualmente in fase di revisione in stretta collaborazione con il sistema delle Regioni. L’accordo mette in pratica anche le linee guida AgID (Agenzia per l’Italia digitale) sull’acquisizione del software nella PA che promuovono la collaborazione tra le pubbliche amministrazioni per una gestione congiunta e coordinata dei progetti e delle applicazioni più promettenti.