Un nuovo percorso espositivo per il castello di Saint Pierre

Riapre al pubblico, dopo una chiusura durata 14 anni, il Museo regionale di Scienze naturali Efisio Noussan ospitato all’interno del castello di Saint-Pierre

 

Dopo un accurato restauro che ha interessato sia le parti interne che quelle esterne dell’edificio storico, il  Museo regionale di Scienze naturali Efisio Noussan  al Castello di Saint-Pierre (AO) riapre al pubblico.

ETT è a capo dell’ATI che ha realizzato il progetto e si è occupata, in particolare, di realizzare lo sviluppo software e la progettazione dell’interfaccia grafica per la fruizione dei contenuti multimediali delle sale, oltre alla produzione e la gestione della maggior parte dei contenuti testuali e video.

Il percorso espositivo che si sviluppa su 1200 mq, distribuiti su tre piani e 16 sale, 15 postazioni interattive e diversi filmati immersivi. L’allestimento segue i canoni della moderna museologia scientifica secondo un percorso che alterna tradizione e modernità, testimonianze del passato e risultati di moderne ricerche.  Le postazioni interattive e le videoproiezioni permettono al visitatore di scoprire ambienti naturali e aspetti unici della regione, legati al mondo delle scienze naturali o a cultura e tradizione. 

Il percorso di visita mantiene il doppio registro, basato sul binomio castello-museo, cosicché in ogni sala il visitatore possa apprezzare sia gli aspetti storici dell’edificio, sia il contenuto museale. Il museo offre anche un viaggio negli ecosistemi della Valle d’Aosta, grazie a postazioni interattive che rimandano al territorio e ai diversi ambienti naturali caratteristici della regione ed è luogo di riferimento per notizie, mappe, immagini e curiosità: dalle acque agli alpeggi, dai ghiacciai alle piante monumentali, dal trascorrere del tempo e delle stagioni al clima e alla geologia.