ETT e le nuove frontiere del cinema al Torino Film Festival

In occasione del 40° Torino Film Festival, oggi – 30 novembre 2022 – ETT – Gruppo SCAI, Rai Cinema e Anica sono stati protagonisti de “La Scuola in Prima Fila”, appuntamento dedicato ai nuovi linguaggi tra didattica e innovazione ospitato al Museo Nazionale del Cinema di Torino nell’ambito del Piano Nazionale di Cinema e Immagini per la Scuola e promosso dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Istruzione.

Focus dell’evento la proiezione per le scuole secondarie di I e II grado dei primi due capitoli del progetto “La Divina Comedia VR” – Inferno e Purgatorio, prodotto da ETT e prossimamente disponibile su Rai Cinema Channel VR. I due corti, realizzati in Realtà Virtuale, consentono di vivere in prima persona il viaggio di Dante attraverso passi selezionati delle due Cantiche.

Durante la presentazione, in un dialogo tra Tommaso Maggi – Marketing strategico e digital Rai Cinema, l’AD ETT Giovanni Verreschi, il regista Federico Basso, il consulente letterario Alessandro Cavallaro e il ricercatore Gabriele Campanella, sono stati toccati i diversi temi afferenti a contenuto, tecnologia e prospettive della VR in ambito edutainment e didattica.

Quando abbiamo iniziato a lavorare su La Divina Commedia VR è stato subito chiaro che si trattasse non solo di un nuovo progetto nel campo dell’utilizzo delle tecnologie a servizio della cultura per ETT e per il Gruppo SCAI, ma anche di un nuovo approccio all’opera di Dante particolarmente adatto ad incontrare il pubblico dei più giovani. Conoscere le Cantiche immedesimandosi con il Poeta stesso, percepire le atmosfere e i personaggi che incontra nella discesa agli inferi o lungo l’ascesa redentrice del Purgatorio, poter quasi vibrare delle sue stesse emozioni e paure sono alcune delle possibilità che i nuovi linguaggi immersivi offrono e che necessitano di grande capacità di dominio non solo delle tecniche cinematografiche 3D, ma anche del contenuto dell’opera stessa. Tutta la produzione, dalla scelta delle terzine sino alla colonna sonora, alla voce di Francesco Pannofino e alla VR, è un’introduzione potente alla Commedia che non toglie nulla alla lettura del testo, ma, anzi, lo avvicina ai ragazzi attraverso l’esperienza e l’emozione
– Giovanni Verreschi, AD ETT