ETT all’inaugurazione del primo Atelier “Arte Bellezza e Cultura” a Rieti

Ha inaugurato stamattina – martedì 12 marzo – il primo Atelier del Progetto Integrato Atelier Arte Bellezza e Cultura della Regione Lazio, dedicato alla formazione professionale per le imprese culturali.
L’Atelier “Racconti Contemporanei”, situato nel Museo Civico di Rieti, è nato grazie a un’azione co-finanziata con fondi europei e fondi regionali e sottoscritta tra Regione Lazio e alcuni comuni.

L’obiettivo di questo progetto è quello di formare le generazioni più giovani a nuove professioni orientate verso il sistema culturale regionale, così da renderlo più competitivo. Si attiveranno diversi corsi di formazione per la valorizzazione dei siti e del patrimonio storico, paesaggistico, museale e culturale locale e non solo: L’Atelier diventerà uno spazio aperto in cui vivere eventi, presentazioni e attività di networking.
La mattinata di oggi ha visto protagoniste alcune imprese che hanno raccontato le loro proposte e idee per il territorio. E’ stato poi di ETT, in coordinamento con Ass.For.Seo, il ruolo di  presentare le opportunità formative e occupazionali a cura del progetto Rieti H.I.Sto.R.I.A, (High Storytelling In Atelier) vincitore dell’Avviso FSE, sui temi dello “storytelling per i beni culturali”.

Un evento importante in un luogo che storicamente rimanda all’eccellenza culturale e alla creatività artistica, ma che oggi si reinventa e si trasforma in uno spazio concreto, tecnologico, in cui incentivare la crescita di attività imprenditoriali e artigianali per rivitalizzare i territori della Regione Lazio.

Per ulteriori informazioni: 
http://www.regione.lazio.it/rl_cultura/?vw=newsDettaglio&id=465

Vedi anche notizie simili: 
Le best practice di ETT a Musei Emotivi 2019
L’RTI tra ETT, MBS, Fondazione Flaminia e Fondazione Brodolini partecipa alla riqualificazione dei centri storici dell’Emilia Romagna

SNAITECH a ENADA PRIMAVERA con uno stand interattivo curato da ETT
"Io nel pensier mi fingo" la nuova esperienza immersiva di Casa Leopardi