Inaugurata l’installazione multimediale Macchingegno all’Ecomuseo del Freidano

Il 26 marzo 2019 alle ore 10 nella sede dell’Ecomuseo del Freidano di Settimo Torinese sono stati inaugurati alcuni nuovi progetti. Uno di questi è l’installazione multimediale MACCHINGEGNO, un wall interattivo a cura di ETT che permette di scoprire la storia di lavoro, Scienza ed Energia fra il XVI e il XIX secolo.

L’installazione propone un’esperienza di visita diversa dall’usuale. All’interno dello storico mulino Nuovo di Settimo Torinese, sede dell’Ecomuseo del Freidano, è stata allestito un angolo di approfondimento e consultazione full text a video di alcuni degli antichi trattati tecnici pubblicati nel ‘500, ‘600 ,‘700 e ‘800 conservati nella biblioteca IRCrES di Genova. Una consultazione innovativa e multimediale, con animazioni, storie e numerosi spunti per avviare laboratori didattici in collegamento con il Parco dell’Energia dell’Ecomuseo. Il filo conduttore che caratterizza l’intero allestimento è la storia dell’energia. O meglio, è la storia dell’ingegno umano e delle tecniche che lo esprimono nel costruire macchine e apparati che, sfruttando le risorse naturali disponibili, ottimizzano il lavoro abbattendo la fatica e moltiplicando il rendimento.

MACCHINGEGNO-Lavoro, scienza e energia tra il XVI e il XIX secolo è la sintesi grafica di uno scaffale di volumi antichi. Una raccolta di trattati, italiani e stranieri, stampati tra il XVI e il XIX secolo in cui sono descritte la tecnologia e le funzioni di macchine che fanno cose, manufatti, edifici, sistemi, fontane, ecc.
Ogni volume contiene dei sotto capitoli nei quali si trovano descritti sistemi e apparati che producono lavoro attraverso lo sfruttamento di una delle energie primitive (energia dagli animali, dall’acqua, dal vento, dal fuoco e dalla terra). Nell’applicazione alcune macchine sono state animate in modo tale che gli utenti possano apprezzare il funzionamento dell’apparato e dei suoi effetti.
MACCHINGEGNO può essere esplorato in autonomia, il percorso è però pensato con l’accompagnamento con animatori scientifici per poter apprezzare appieno tutte le particolarità dell’applicazione.

Per ulteriori informazioni:
http://www.ecomuseodelfreidano.it/

Leggi anche:
“Io nel pensier mi fingo” la nuova esperienza immersiva a Casa Leopardi
Inaugurato il primo museo italiano dedicato a Camillo Sbarbaro

 

Al MECSPE di Parma lo stand di BeDimensional è a firma ETT
L'RTI di ETT, MBS, Fondazione e CIDAS inaugura il nuovo Laboratorio Aperto di Ferrara