Inaugura lo Spazio Espositivo Multimediale S.E.M. di Riva Ligure

Inaugura oggi venerdì 3 agosto lo Spazio Espositivo Multimediale (S.E.M.) di Riva Ligure dedicato alla basilica paleocristiana del VI secolo, il monumento archeologico più importante di Riva Ligure e la chiesa rurale più imponente dell’Italia nord occidentale situata presso la curva del Don. Lo spazio espositivo, realizzato su progetto dell’arch. Sergio Raimondo, con la consulenza scientifica del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana e il supporto tecnologico di ETT, accoglie i principali reperti ritrovati durante gli scavi nel sito archeologico di Costa Balenae -oggi Capo Don- per valorizzarne importanza e storia millenaria.

Lo Spazio Espositivo Multimediale è situato all’interno del Palazzo Comunale e, avendo una superficie limitata, si è scelto di esporre solo alcuni reperti significativi selezionati durante le indagini archeologiche attorno ai quali è stato costruito un percorso museale che ne esalta la valenza simbolica e il disegno attraverso luci, audio, proiezioni e allestimenti multimediali a cura di ETT grazie ad esempio ad uno schermo “touch-screen”, si possono leggere gli approfondimenti relativi agli oggetti esposti e tutto il materiale di divulgazione scientifica, mappe e schemi grafici illustrativi riguardanti il sito millenario, la storia degli scavi e gli aggiornamenti sui rinvenimenti archeologici più significativi.

Il sito archeologico di Capo Don meritava da tempo di avere uno spazio espositivo che ne evidenziasse l’importanza per la storia locale e ne valorizzasse i resti. Il S.E.M. è la prima, fondamentale, tappa di un percorso che ha come meta la promozione del sito e della storia di Riva Ligure in chiave scientifica e turistica. Un percorso che si articoli attraverso una musealizzazione diffusa e l’apertura di spazi divulgativi e di ricerca, che sono già in fase di studio.

PASS Basilicata Lavoro
Il Photobooth 180° di ETT e Canon al Tezenis Show 2018