Gallerie dell'Accademia di Venezia

Client

Gallerie dell'Accademia Venezia

SECTOR

Museums

Activation date

08/05/2015

Link

http://www.gallerieaccademia.org/

CHALLENGE

  • Offrire ai visitatori l'opportunità per migliorare il coinvolgimento nel percorso guidato, abilitando un vero e proprio viaggio multimediale nell’arte veneta del XVII e XVIII secolo
  • Rendere l’esperienza museale più intuitiva e soprattutto adatta a tutti
  • Promuovere la didattica digitale, garantendo diversi livelli di approfondimento ed interazione

SOLUTION

Tecnologie innovative (totem multimediali, videowall, app e realtà aumentata, tecnologia beacon) che danno vita ad un nuovo modo di conoscere l’arte

RESULTS

Innovazione tecnologica che permette ai visitatori di esplorare e fruire la nuova ala delle Gallerie secondo i migliori standard dell’odierna museologia

Photogallery

Un progetto innovativo, voluto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, che ha visto coinvolti Venetian Heritage in qualità di coordinatore e Samsung in qualità di co-finanziatore e provider tecnologico, in partnership con ETT S.p.A. per gli allestimenti multimediali.

CHALLENGE

Percorsi guidati e tematici, caratterizzati da linguaggi e livelli di approfondimento differenti, in grado di rendere la visita adatta ad ogni genere di pubblico: dagli adulti e gli studenti che desiderano un approccio facile e sintetico all’arte, ai bambini e ai loro genitori che hanno la possibilità di vivere un’esperienza museale più intuitiva e interattiva, oltre alla possibilità di fruire in maniera diretta e autonoma dei percorsi museali posti in essere nelle sale. Un sistema basato su tecnologia beacon (trasmettitori Bluetooth 4.0 dislocati lungo il percorso) crea un interazione diretta con smartphone e tablet su cui è installata l’app, localizzando i visitatori all’interno del museo e proponendo quindi esperienze e contenuti specifici dedicati per ogni singola opera.

SOLUTION

All’ingresso, per accogliere il visitatore, sono presenti sei monitor touch da 32” che permettono di accedere alle informazioni sull’allestimento delle cinque nuove sale. Toccando il monitor il visitatore viene accolto da un messaggio di benvenuto del regista James Ivory che lo introduce alla visita. Il visitatore può così visualizzare e avere informazioni di approfondimento delle opere esposte nelle nuove 5 sale (il progetto architettonico di recupero è stato firmato dall'architetto Tobia Scarpa), può consultare dei percorsi tematici definiti all’interno del museo e visualizzare le precedenti collocazioni delle opere nella città di Venezia. I percorsi preferiti sono scaricabili inoltre sul proprio dispositivo mobile. Per ogni opera è possibile esprimere la propria preferenza attraverso la condivisione con i maggiori social network.

Le tre sale espositive delle Grandi Gallerie sono dotate ciascuna di due monitor touch che aiutano il visitatore nella comprensione della tematica della sala e delle singole opere in essa presenti. Il primo è un dispositivo statico, che descrive ciò che è presente in sala, la grafica non è invasiva per non distrarre il visitatore che può così concentrarsi sulle opere esposte e apprendere nello stesso tempo il filo conduttore della visita all’interno della sala in cui ci si trova e i contenuti sono in Italiano con la possibilità di cambiare lingua direttamente agendo sul monitor con un tocco. Il secondo è invece un dispositivo interattivo che permette al visitatore di avere maggiori informazioni sulle opere esposte. È infatti possibile visualizzare il singolo quadro con la sua scheda tecnica e accedere ad ulteriori approfondimenti. L’immagine dell’opera è inoltre ridimensionabile per vederla nei minimi particolari. I contenuti descrittivi sono in italiano con possibilità di cambiare lingua.

Per accompagnare il visitatore nelle sale è disponibile un’app mobile installata su tablet noleggiabili o direttamente dall’utente sui propri dispositivi che sono utilizzati come videoguide. L’app mobile, pensata per diverse tipologie di utenza (Bambini, Ragazzi, Adulti) permette di approfondire alcuni aspetti e dettagli delle opere non percepibili naturalmente. Tutto ciò permette di rendere la visita alle Gallerie dell’Accademia interessante anche ai bambini e ai ragazzi, che possono apprendere la storia della struttura e delle opere in esso contenute divertendosi.
L’applicazione mobile pensata per bambini (5-10 anni) e ragazzi (10-16 anni) ha una serie di giochi che accompagnano il visitatore in un percorso di visita all’interno di tutte le 5 sale (come ad esempio caccia al tesoro, memory e puzzles).

L’app mobile su tablet per gli adulti ha delle funzionalità in più che permettono di accedere a livelli maggiori di approfondimento. Sono presenti, ad esempio, percorsi tematici, tra i quali sono evidenziati quelli eventualmente scelti nei monitor di accoglienza, realtà aumentata, attraverso la quale è possibile vedere quanto emerso in fase di restauro dell’opera o visualizzare l’opera in modalità tridimensionale, oltre a consultare, per alcune opere, dei video di approfondimento.

All’interno della Sala 4 è inoltre presente un videowall composto da 9 moduli sul quale è visualizzabile un virtual tour che descrive l’evoluzione della struttura dell’Accademia e dell’Insula nei vari secoli.

RESULTS

Un progetto innovativo, voluto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, che ha visto coinvolti Venetian Heritage in qualità di coordinatore e Samsung in qualità di co-finanziatore e provider tecnologico, in partnership con ETT S.p.A. per gli allestimenti multimediali.
Un progetto che ha saputo coniugare un importante percorso di sponsorizzazione con un intervento d’innovazione tecnologica che permette ai visitatori di esplorare e fruire la nuova ala delle Gallerie secondo i migliori standard dell’odierna museologia.

News


Press Review

Visualizza tutti gli articoli (11)