Museo dell’Emigrazione Marchigiana

Client

Comune di Recanati

Activation date

09/12/2013

Photogallery

L’ allestimento del Museo dell’Emigrazione Marchigiana, curato da ETT, si avvale di tecnologie multimediali innovative, come videoproiettori HD, sensori di prossimità, schermi multi-touch screen, grazie alle quali la storia del passato diventa narrazione interattiva coinvolgendo il visitatore in un itinerario ‘fisico ed emozionale’ destinato a ripercorrere il fenomeno migratorio. Immagini, oggetti, lettere, documenti e ricordi, animano i diversi ambienti museali che rappresentano altrettanti significativi ‘momenti’ di questo viaggio nella memoria dell’emigrazione marchigiana e acquistano una dimensione più coinvolgente ed emozionale, sollecitando in un pubblico ampio ed eterogeneo sempre nuove suggestioni e riflessioni.

Entrando nella prima sala il visitatore è accolto da una proiezione di immagini che raffigurano la campagna, l’ambiente urbano e quello marino: punti di partenza della migrazione di tanti marchigiani. Scendendo le scale incomincia il viaggio vero e proprio e il visitatore si trova davanti le due opzioni: il porto di Genova e il treno. Soffermandosi sulla cuccetta della nave e sedendosi sul materasso, il visitatore ascolta i diari di viaggio di alcuni emigrati. Il treno, invece, è fermo, ma si anima al passaggio del visitatore che attiva i finestrini-monitor dove personaggi narrano la loro storia (tra cui gli antenati del famoso calciatore Lionel Messi). Un’installazione touchscreen, posizionata nella sezione dedicata alle mete migratorie – USA, Argentina e nord Europa – permette al visitatore di scoprire e visionare in modo interattivo e avvincente la documentazione storica; mentre, premendo i tasti di una fisarmonica la musica diventa protagonista. Inoltre, il visitatore può soffermarsi ad ascoltare i rumori tipici della miniera e alcune interviste tratte dai film-documentari Musi Neri: storie di uomini e carbone e Ultimo pane.
Infine, il visitatore trova una serie di pannelli con foto di personaggi famosi che hanno avuto rilevanza culturale e/o artistica di cui si può ascoltare la storia toccando la relativa immagine che attiva l’audio grazie a un sensore capacitivo.

Alla fine del percorso, il visit-attore può inserire nella banca dati online creata dal CISEI di Genova un nome e cognome e verificare se al suo interno esiste un suo parente emigrato nelle Americhe negli ultimi centocinquant’anni. La postazione consente anche l’inserimento da parte dell’utente di nuove informazioni o sulle persone trovate nella banca dati o su parenti e amici non ancora presenti nell’elenco. Ciò permetterà con il tempo, anche grazie ad attività didattiche collaterali di arrivare ad una vera e propria Anagrafe storica di tutti gli italiani nel mondo.


News


Press Review

26/06/2015 - Tra touch e storie: un nuovo percorso multimediale per il Museo Archeologico (Fonte: museoarcheologicomarche.wordpress.com)
21/04/2015 - Il museo dell'Emigrazione Marchigiana "vola" su Rai Communuty (Fonte: cronachemaceratesi.it)
09/12/2013 - Inaugurato Museo Emigrazione Marche (Fonte: ANSA.IT)

Visualizza tutti gli articoli (5)